"La Mia Seconda Pelle"
New Album from
MODNA

March 29, 2022

"La Mia Seconda Pelle" is an autobiographical record which was strongly desired and troubled, having the creation processs be three and a half years long. MODNA had decided to tell his story in depth by addressing his audience to whom he says he owes a lot. The recurring electronic sound recalls that sense of nostalgia of the 80s while remaining faithful to the originality that characterizes the artist.

 

The album was mostly played by the band accompanying Modna: Fabrizio Frangione (guitar), Martino Trotta (bass), and Antonello Ruggiero (drums). Chicco Gussoni on guitars and Mario Guarini on bass, two well-known musicians in the Italian music scene, participated in recording the song “Pianeti Diversi.”

 

All the songs were created on the guitar and artist Andrea Sandri was fundamental in the writing process of the lyrics and the music of almost all the songs. Luigi Patruno assisted MODNA with some tracks and Walter Babbini helped with the production, mixing and mastering at Purple Mix Studio in Guidonia (Rome).

 

“Music is part of my second skin,” states MODNA, “the stars that shine are part of my second skin, my tattoos tell all the victories and all the defeats. Each tattooed letter is like a Formula One car ready to run into a great challenge with the others on a track with a high difficulty quotient where in the end only the best will win. ‘La Mia Seconda Pelle,’ is the daughter of love for life, for the family and for the world. The stories of my grandparents are part of what was written and sung. The goal is always to arrive strong and big like the Sun that warms the soul and fills the voids of cold winters. You have to look for my second skin and you have to find it in you even when you believe and when you think that everything is taken for granted, because only in this way will you have the strength to dare even more. If you love and love yourself, you cannot and will never have the right to give up."



"La Mia Seconda Pelle" è un disco autobiografico fortemente voluto e travagliato, i cui processi di creazione sono durati tre anni e mezzo. MODNA aveva deciso di raccontare la sua storia in modo approfondito rivolgendosi al suo pubblico a cui dice di dover molto. Il suono elettronico ricorrente richiama quel senso di nostalgia degli anni '80 pur rimanendo fedele all'originalità che caratterizza l'artista.


L'album è stato suonato principalmente dalla band che accompagna Modna: Fabrizio Frangione (chitarra), Martino Trotta (basso) e Antonello Ruggiero (batteria). Chicco Gussoni alle chitarre e Mario Guarini al basso, due noti musicisti del panorama musicale italiano, hanno partecipato alla registrazione del brano “Pianeti Diversi”.


Tutte le canzoni sono state create alla chitarra e l'artista Andrea Sandri è stato fondamentale nel processo di scrittura dei testi e della musica di quasi tutte le canzoni. Luigi Patruno ha assistito MODNA con alcuni brani e Walter Babbini ha collaborato alla produzione, missaggio e mastering presso Purple Mix Studio di Guidonia (Roma).


“La musica è parte della mia seconda pelle,” afferma MODNA, “le stelle che brillano sono parte della mia seconda pelle.I miei tatuaggi che raccontano tutte le vittorie e tutte le sconfitte. Ogni lettera tatuata è come una auto di formula uno pronta a imbattersi in una grande sfida con le altre su di una pista con un quoziente alto di difficoltà dove alla fine solo il migliore la spunterà. La mia seconda pelle è figlia dell’amore per la vita per la famiglia e per il mondo.I racconti dei miei nonni parte di quello che è stato scritto e cantato. L’obiettivo rimane sempre quello di arrivare forti e grandi come il Sole che riscalda gli animi e colma i vuoti degli inverni freddi. La mia seconda pelle devi cercarla e devi trovarla in te anche quando credi e quando pensi che tutto sia scontato, perché solo così avrai la forza di osare ancor di più. Se ami e ti ami non puoi e non potrai mai avere il diritto di arrenderti.”