Search

Intervista con Davide Pagnini | @davide_pagnini (Italiano & English)




Classe 1988, Davide Pagnini è un musicista italiano di Pesaro, che ha studiato chitarra classica e pianoforte al Conservatorio Rossini.


All'età di 14 anni Davide inizia a comporre le sue prime canzoni, e viene notato da Francesco Gazzè, fratello e autore di Max. Inizia con lui una lunga e intensa collaborazione che gli offre l'opportunità di sviluppare il suo talento compositivo all'interno del genere pop italiano. In questi anni, la costante e fondamentale supervisione fornita da Francesco ha creato una grande amicizia e intesa artistica tra i due.


Nel 2008 Davide ha firmato un contratto editoriale con Linea Due edizioni (editore Max Gazzè), e ha girato l'Italia con il duo Ebanoh (eseguendo le sue canzoni) per concerti e concorsi. Con questa formazione ha eseguito 100 concerti e vinto 4 concorsi (Fanote, Geometrie Sonore, Fuori le Idee e Festival Giovani per la Musica).


Davide ha firmato il suo primo contratto discografico nel 2011 con PMS Studio. È stato poi seguito dal produttore e arrangiatore Raffaele Montanari, con il quale ha instaurato un fondamentale rapporto di lavoro / amicizia. Nel 2013, l'etichetta ha prodotto il primo album di Davide intitolato "Schizzi", che è stato ben accolto dalla critica e dal pubblico in generale. Il feedback è stato così positivo e tra concerti e promozione sul web, ha raggiunto le 1000 copie fisiche vendute, e ha fatto un tour composto da 60 concerti.


Nel 2014, Davide ha firmato il suo secondo contratto discografico con PMS Studio, che ha portato all'uscita dell'album, “Maschere”, nel gennaio 2016. L'album è molto ben accolto da critica, radio e pubblico. Diversi singoli dell'album gli hanno fatto vincere dei premi, così come i video che li hanno accompagnati.


Il Maschere Tour (che ha avuto oltre 70 spettacoli) si è svolto in tappe importanti come l'apertura per il concerto dei Gem Boy a Verona, Matthew Lee e l'ex Otago a Pesaro. Si è inoltre esibito in locali come il Bravo Caffè di Bologna, La Locanda Blues, il Boogie Club di Roma, e teatri come Rossini di Pesaro (accompagnato dall'orchestra rossini), il Teatro del Navile di Bologna, il Teatro Comunale di Cagli, il Teatro Sanzio di Urbino, la chiesa / teatro dell'Annunziata e il Teatro Arciliuto di Roma.


Alla fine del 2018, Davide ha pubblicato il suo singolo, "Un Passo", seguito da "Comandamenti" nel giugno 2019. A novembre è uscito il suo singolo, "Dentro un Deja Vu", che ha superato gli ascolti di tutte le sue precedenti uscite, ed è stato inserito in numerose playlist su Spotify Il videoclip è accolto positivamente anche dal pubblico e dalla critica.

Nell'aprile 2020 è uscito un nuovo singolo dal titolo “Lo spazio Invisibile” che in sole 3 settimane ha superato i 15.000 stream e le 33.000 visualizzazioni con il videoclip su YouTube.


Il nuovo progetto di Davide è accompagnato da uno spettacolo acustico dove Pagnini combina chitarra classica e 12 corde con una loop station, effetti di voce e tastiera, per creare un suono avvolgente che spazia tra ambient e pop, con un impatto emotivo e travolgente.


Davide è anche attivo come autore, firmando insieme a Valentina Livi diversi brani tra cui "L'assurda felicità", il brano vincitore del Tour Music Fest 2017, due brani della cantante ravennate Eleonora Mazzotti, un brano con la giovane cantante- il cantautore Marco Barbieri e compone insieme a Francesco Agostini per la colonna sonora del documentario "Run (d) for Freedom", andato in onda su Rai 3 e in diversi Festival del Cinema.


L'ultimo singolo di Davide, "Esseri Liberi", è stato pubblicato a luglio 2020.


Born in 1988, Davide Pagnini is an Italian musician from Pesaro, who studied classical guitar and piano at the Rossini Conservatory.


At the age of 14, Davide started composing his first songs, and was noticed by Francesco Gazzè, brother and author of Max. He began a long and intense collaboration with him that presented the opportunity to develop his compositional talent within the Italian pop genre. During these years, the constant and fundamental supervision Francesco provided created a great friendship and artistic understanding between the two.


In 2008, Davide signed an editorial contract with Linea Due edizioni (publisher Max Gazzè), and toured Italy with the duo Ebanoh (performing his songs) for concerts and competitions. With this formation, he performed 100 concerts and won 4 competitions (Fanote, Geometrie Sonore, Fuori le Idee, and Festival Giovani per la Musica).


Davide signed his first record contract in 2011 with PMS Studio. He was then followed by producer and arranger, Raffaele Montanari, who he established a fundamental working/friendship relationship with. In 2013, the label produced Davide’s first album entitled, “Schizzi,” which was well received by critics and the general public. The feedback was so positive and between concerts and web promotion, he reached 1000 physical copies sold, and had a tour consisting of 60 concerts.


In 2014, Davide signed his second record contract with PMS Studio, which lead to the release of the album, “Maschere,” in January 2016. The album is very well received by critics, radio, and the public. Multiple singles from the album won him awards, as well as the videos that accompanied them.


The Maschere Tour (that had over 70 shows) was performed important stages such as opening for the Gem Boy concert in Verona, Matthew Lee, and ex-Otago in Pesaro. He also performed in venues such as Bravo Caffè di Bologna, La Locanda Blues, the Boogie Club in Rome, and theaters such as Rossini of Pesaro (accompanied by the rossini orchestra), the Teatro del Navile in Bologna, the Teatro Comunale di Cagli, the Teatro Sanzio in Urbino, the church/theatre of the Annunziata, and the Teatro Arciliuto in Rome.


At the end of 2018, Davide released his single, "Un Passo,” followed by "Comandamenti" in June 2019. That November, his single, "Dentro un Deja Vu" was released, and surpassed the plays of all his previous releases, and was included in numerous playlists on Spotify. The video clip is also received by the public and critics in a very positive way.


In April 2020, a new single entitled, “Lo spazio Invisibile,” was released and in just 3 weeks exceeded 15,000 streams and 33,000 views with the video clip on YouTube.


Davide’s new project is accompanied by an acoustic show where Pagnini combines classical guitar and 12 strings with a loop station, voice and keyboard effects, to create an enveloping sound that ranges between ambient and pop, with an emotional and overwhelming impact.


Davide is also active as an author, signing together with Valentina Livi in several songs including "L'assurda felicità", the winning song of the Tour Music Fest 2017, two songs by the Ravenna singer Eleonora Mazzotti, a song with the young singer-songwriter Marco Barbieri and composing together with Francesco Agostini for the soundtrack of the documentary "Run(d) for Freedom", aired on Rai 3 and in several Film Festivals.


Davide’s latest single, “Esseri Liberi,” was released in July 2020.


Cosa ti ha ispirato a diventare un musicista?

What inspired you to become a musician?


Mio padre è sempre stato un grande appassionato di musica e un buon chitarrista country. Quando era giovane, trascorreva giornate intere imbracciando la chitarra e l’armonica e studiando le canzoni dei suoi idoli americani. Anche dopo la mia nascita, nonostante gli impegni famigliari e lavorati, non ha mai abbandonato la sua passione ed io sono cresciuto ascoltandolo e assimilando un interesse profondo per la musica che, poi, è diventato il mio motore artistico.


My father has always been a great music fan and a good country guitarist. When he was young, he spent whole days taking up guitar and harmonica and studying the songs of his American idols. Even after my birth, despite his family and work commitments, he never abandoned his passion and I grew up listening to him and assimilating a deep interest in music that, then, became my artistic engine.

Quanti anni avevi quando hai iniziato a suonare?

How old were you when you started playing (music)?


Quando avevo 8 anni mia madre mi accompagnò da un’insegnante di pianoforte con la quale, per la prima volta, mi avvicinai agli spartiti, alla teoria musicale e a quel bellissimo strumento che, ancora oggi, amo particolarmente. Fu quello il mio inizio, che poi mi accompagnò, due anni dopo, ad iscrivermi al Conservatorio Rossini di Pesaro (la mia città) per intraprendere gli studi di chitarra classica.


When I was 8 years old, my mother brought me to a piano teacher with whom, for the first time, I approached the scores, the music theory and that beautiful instrument that, even today, I particularly love. That was my beginning, which then accompanied me, two years later, to enroll in the Rossini Conservatory in Pesaro (my city) to undertake classical guitar studies.

Come descriveresti la tua musica?

How would you describe your music?


Credo che la mia musica sia una fusione tra delicatezza, malinconia e speranza. Sono tutte caratteristiche che dominano la mia personalità e che, inevitabilmente, determinano il mio modo di fare musica. I testi che scrivo partono quasi sempre da un pensiero o da un concetto che ho bisogno di chiarire con me stesso, oppure da certe domande che mi girano in testa e che ho la necessità di esternare in un modo non convenzionale. La musica ha questo immenso potere di fungere da specchio, mostrando riflessi di me che mi aiutano a migliorare o a sentirmi in pace.


Anche i sound e gli arrangiamenti che accompagnano i miei testi riflettono queste caratteristiche: la chitarra arpeggiata e il pianoforte sono spesso padroni e protagonisti, uniti a quartetti d’archi e ritmiche poco invadenti, il tutto sostenuto da suoni elettronici distensivi.

La mia musica è così: un genere ambient melodico, a volte struggente a volte speranzoso, dove le parole sono le protagoniste di un viaggio profondo all’interno di sensazioni non del tutto esplorate.


I think my music is a fusion of delicacy, melancholy and hope. These are all characteristics that dominate my personality and that, inevitably, determine the way I make music. The texts I write almost always start from a thought or a concept that I need to clarify with myself, or from certain questions that turn in my head and that I need to express in an unconventional way. Music has this immense power to act as a mirror, showing reflections of me that help me improve or feel at peace.


The sounds and arrangements that accompany my lyrics also reflect these characteristics: the arpeggiata guitar and the piano are often masters and protagonists, combined with string quartets and intrusive rhythms, all supported by relaxing electronic sounds.


My music is like this: a melodic ambient genre, sometimes poignant at times hopeful, where words are the protagonists of a deep journey within sensations not fully explored.

Dove ti sei esibito? Hai dei prossimi concerti?

Where have you performed? Do you have any upcoming shows?


In questi dieci anni di attività live ho avuto modo di esibirmi in molte location diverse: locali, piazze, teatri e festival.


Nella maggior parte dei casi con interi concerti, in altri come ospite o apertura di artisti affermati come Matthew Lee, Ex Otago e Gem Boy.


Principalmente mi muovo tra Marche (la mia regione) ed Emilia-Romagna (dove ha sede la mia casa discografica), ma mi è capitato di suonare anche in altre regioni come Toscana, Trentino, Lombardia e Lazio. Sto cercando di ampliare sempre più la mappa dei miei live per arrivare a coprire tutto il territorio italiano. Attualmente, purtroppo, con la situazione che tutti conosciamo, i concerti che avevo in programma sono stati tutti cancellati e chissà, spero di poterli recuperare al più presto.


In these ten years of live activity I have had the opportunity to perform in many different locations: clubs, squares, theaters and festivals.


In most cases with entire concerts, in others as a guest or opening of established artists such as Matthew Lee, Ex Otago and Gem Boy.


Mainly I move between Marche (my region) and Emilia Romagna (where my record company is based), but I have also played in other regions such as Tuscany, Trentino, Lombardy and Lazio. I am trying to expand more and more the map of my live shows to get to cover the entire Italian territory. At present, unfortunately, with the situation that all we know, the concerts I had planned have all been cancelled and who knows, I hope to be able to recover them as soon as possible.

Dov'è il luogo del tuo concerto ideale?

Where is your ideal place to perform?


Senza dubbio il luogo ideale per un mio concerto è il teatro, per una serie di motivi: il silenzio che favorisce l’ascolto, l’acustica, la location in sé che induce all’attenzione e alla concentrazione, l’energia unica di una platea buia e un palco acceso, il numero di posti che è quello giusto perché tutti possano gustare ogni singola sfumatura del concerto.


Per mia fortuna ho avuto l’occasione di esprimere la mia musica all’interno di numerosi teatri prestigiosi e bellissimi come il Teatro Rossini di Pesaro, il Teatro Sanzio di Urbino, il Teatro Comunale di Cagli, il Teatro del Navile di Bologna e altri.


Without a doubt the ideal place for my concert is the theater, for a number of reasons: the silence that favors listening, the acoustics, the location itself that induces attention and concentration, the unique energy of a dark audience and a bright stage, the number of places that is the right one for everyone to enjoy every single nuance of the concert.


Fortunately, I had the opportunity to express my music in numerous prestigious and beautiful theaters such as the Teatro Rossini in Pesaro, the Teatro Sanzio in Urbino, the Teatro Comunale di Cagli, the Teatro del Navile in Bologna and others.

Qual è la tua canzone preferita da esibire?

What is your favorite song to perform?


Per quanto riguarda i miei brani, ce ne sono tre. Si intitolano: Ballerino di Jazz (con il quale di solito apro i miei concerti), Comandamenti (un momento molto intimo e delicato) e Chiedersi Perché (un brano introspettivo che mi emoziona sempre molto). Per quanto riguarda le cover, un brano che amo intensamente e che inserisco sempre in scaletta è Costruire, di Niccolò Fabi.


As for my songs, there are three. They are called: "Ballerino di Jazz" (with whom I usually open my concerts), "Comandamenti" (a very intimate and delicate moment), and "Chiedersi Perché" (an introspective piece that always excites me a lot). As for the covers, a song that I love intensely and that I always insert on the set list is "Costruire," by Niccolò Fabi.

Quali musicisti famosi ammiri?

Which famous musicians do you admire?


Tra gli artisti italiani ammiro Niccolò Fabi, Simone Cristicchi, Jovanotti, Caparezza, De Gregori, Battisti, Battiato, Vecchioni. Tra gli artisti internazionali Damien Rice, Novo Amor, Syml, 30 seconds to Mars, Michael Jackson e tanti altri, di molti generi diversi.


Among the Italian artists I admire Niccolò Fabi, Simone Cristicchi, Jovanotti, Caparezza, De Gregori, Battisti, Battiato, Vecchioni. Among the international artists Damien Rice, Novo Amor, Syml, 30 seconds to Mars, Michael Jackson, and many others of many different genres.

Qual è il miglior consiglio che ti è stato dato?

What is the best advice you’ve been given?


Quando avevo 18 anni, un mio amico, manager di un bravo artista, mi disse: “Intraprendere la strada della musica è un obiettivo difficile e pieno di insidie. Trasformare la passione per la musica in professione è un percorso che richiede una continua dedizione, molto coraggio e infinita volontà. Durante questo percorso ci saranno tanti artisti bravi e talentuosi come te, magari anche di più, ma la caratteristica fondamentale che un artista deve possedere per riuscire a raggiungere l’obiettivo è una: la capacità di perseverare. Tanti di quei bravi artisti, dopo l’ennesima porta in faccia, molleranno e sceglieranno altre strade. Se tu sarai in grado di resistere e continuare ad andare avanti, prima o poi troverai uno spiraglio dove inserirti. Non mollare mai.”


When I was 18, a friend of mine, manager of a good artist, said to me: "Taking the path of music is a difficult goal full of pitfalls. Transforming the passion for music into a profession is a path that requires continuous dedication, a lot of courage and infinite will. During this path there will be many good and talented artists like you, maybe even more, but the fundamental feature that an artist must possess in order to achieve the goal is one: the ability to persevere. Many of those good artists, after yet another door in the face, will give up and choose other ways. If you are able to resist and keep going, sooner or later you will find a window of opportunity to insert yourself. Never give up."

Se potessi cambiare qualcosa nel settore della musica, quale sarebbe?

If you could change something about the Music Industry, what would it be?


Non mi piace il fatto che le grandi case discografiche, in collaborazione con le grandi radio, indirizzino i gusti delle persone e tartassino con le solite, poche canzoni. Girando su Spotify, sui social, su YouTube, si possono scoprire centinaia di artisti bravi, meritevoli, particolari, interessanti e nuovi. E credo sia proprio compito delle radio quello di andarli a cercare e proporli ad un grande pubblico. Invece, troppo spesso, mi sembra di assistere all’esatto contrario. È un comportamento che non comprendo e non condivido, e la brutta conseguenza è che la maggior parte del pubblico subisce tutto ciò e non ha modo di allargare i suoi gusti musicali.


Tra l’altro, a mio parere, anche i messaggi e i testi delle canzoni che vengono ripetutamente trasmesse e fatte diventare “hit”, sono spesso di scarso contenuto e privi di profondità.

I don't like the fact that the big record companies, in collaboration with the big radios, they address people's tastes and tingle with the usual, few songs. By shooting on Spotify, on social media, on YouTube, you can discover hundreds of good, deserving, particular, interesting and new artists. And I think it's really up to the radio to go and look for them and propose them to a large audience. On the other hand, all too often, I seem to see the exact opposite. It is a behaviour that I do not understand and do not share, and the bad consequence is that the majority of the audience suffers all this and has no way of broadening its musical tastes.


By the way, in my opinion, even the messages and lyrics of songs that are repeatedly broadcast and made "hit", are often of little content and devoid of depth.

Qual è un messaggio che vorresti dare ai tuoi fan?

What is a message you would like to give to your fans?


Mi piacerebbe invitare tutti ad essere curiosi, ad approfondire e a ricercare qualcosa di nuovo all’interno dell’enorme mondo chiamato musica. Ci sono davvero tantissimi artisti che meritano di essere ascoltati, che sviluppano atmosfere e punti di vista interessanti, che possono essere spunto di riflessione e passione. Vorrei dire ai miei fan di non fermarsi al primo ascolto o al primo brano passato in radio, ma di spingersi oltre sfruttando bene tutti i metodi che la tecnologia moderna ci offre.

I would like to invite everyone to be curious, to deepen and to research something new within the huge world called music. There are really many artists who deserve to be heard, who develop interesting atmospheres and points of view, which can be a starting point for reflection and passion. I would like to tell my fans not to stop at the first listen or the first song passed on the radio, but to go further by making good use of all the methods that modern technology offers us.

Qual è il prossimo per te? (Prossimo Progetto)

What’s next for you?


Ho molti progetti su cui sto lavorando.

Primo su tutti, il mio nuovo disco, dal quale sono già stati estratti cinque singoli accompagnati da videoclip. Ne uscirà ancora qualcuno prima della pubblicazione. In secondo luogo, lavorando anche come talent scout per la mia casa discografia PMS Studio, sto seguendo alcuni progetti artistici di cui vado molto fiero e ai quali dedico molta energia.

Lavoro anche come autore, quindi sono alle prese con la stesura di nuovi brani per cantanti emergenti molto interessanti.


L’obiettivo principale è quello di poter rigettare tutta la mia energia e passione all’interno di ogni opportunità che la musica mi offre.


I have a lot of projects I'm working on.


First of all, my new album, from which five singles accompanied by video clips have already been extracted. Some more will come out before publication. Secondly, also working as a talent scout for my record company PMS Studio, I am following some artistic projects of which I am very proud and to which I dedicate a lot of energy.

I also work as an author, so I'm struggling with writing new songs for very interesting up-and-coming singers.


The main goal is to be able to reject all my energy and passion within every opportunity that music offers me.

Instagram

Facebook

Translations have been edited for clarity

7 views0 comments