Search

Intervista con Elettra | @elettra_z_ (Italiano & English)



Classe 1991, Elettra Cozzolino è una cantautrice italiana della provincia romana. Elettra ha iniziato il suo viaggio nel mondo della musica attraverso il suo primo amore, la danza. Questo l'ha portata inevitabilmente a scoprire la sua passione musicale. Dopo aver iniziato le lezioni private nel 2011, è entrata all'Accademia Bottega del Suono di Marcello Cirillo. Grazie all'Accademia, le è stata concessa l'opportunità di vivere il palcoscenico come corista, girando l'Italia in un tour estivo. Lo scricchiolio del legno, il sound check, i chilometri di autostrada, l'ansia pre-concerto e il desiderio sconfinato di tornare sul palco post-concerto: aveva trovato il suo habitat naturale.

Nel 2014, Elettra è diventata la frontwoman della cover band "Monkey Blues" e ha affrontato l'estrema malinconia e il risentimento ironico del blues. Sarà questa esperienza e la pura passione per il blues a porre le basi per il suo progetto solista che ne è seguito.

Entrando all'Accademia Spettacolo Italia nel 2017, Elettra ha avuto l'opportunità di perfezionare la sua tecnica di canto e il suo stile vocale, con il maestro Fulvio Tomaino. Allo stesso tempo, ha potuto sperimentare nuove forme di scrittura creativa con i maestri Massimo Calabrese e Jacopo Ratini. Nello stesso anno partecipa al concorso “Premio Piero Calabrese”, classificandosi quarta. Elettra ha poi incontrato il cantautore Leonardo Angelucci, con il quale ha collaborato alle preproduzioni dei suoi primi pezzi. L'anno successivo inizia a registrare con l'etichetta indipendente Alka Record di Ferrara.

Il 2019 è stato un anno ricco di spettacoli dal vivo per Elettra. Mettere in mostra la sua voce e le sue abilità chitarristiche, che sono gli ingredienti che danno vita alle sue canzoni. Soprattutto, il 2019 è stato l'anno della cosa più bella e importante che abbia mai fatto. È diventata madre di un bellissimo bambino e ha preso una piccola pausa per maternità.

Nell'ottobre 2020 Elettra ha pubblicato il suo EP, “14 minuti dentro la mia testa”, che contiene 4 tracce. L'EP è stato preceduto da 2 singoli da esso, "Maledetto", a marzo, e "Ti auguro una cagna", a luglio.


Born in 1991, Elettra Cozzolino is an Italian singer-songwriter from the Roman province. Elettra began her journey into the music world through her first love, dancing. This inevitably led her to discover her musical passion. After starting private lessons in 2011, she entered the Accademia Bottega del Suono di Marcello Cirillo. Thanks to the Academy, she was granted the opportunity to experience the stage as a chorister, touring Italy on a summer tour. The creaking of wood, the sound check, the miles of motorway, the pre-concert anxiety, and the boundless desire to get back on the post-concert stage- she had found her natural habitat.

In 2014, Elettra became the frontwoman for the cover band, "Monkey Blues," and confronted the extreme melancholy and ironic resentment of the blues. It will be this experience and the pure passion for the blues that laid the foundations for her solo project that followed.

By entering the Accademia Spettacolo Italia in 2017, Elettra had the opportunity to perfect her singing technique and vocal style, with maestro Fulvio Tomaino. At the same time, she was able to experiment with new forms of creative writing with masters Massimo Calabrese, and Jacopo Ratini. That same year, she participated in the “Premio Piero Calabrese” competition, ranking fourth. Elettra then met the singer-songwriter Leonardo Angelucci, with whom she worked on the pre-productions of her first pieces. The following year, she began recording with the independent Alka Record Label of Ferrara.

2019 was a year full of live shows for Elettra. Showcasing her voice and guitar skills, which are the ingredients that gives life to her songs. Above all, 2019 was the year of the most beautiful and important thing she has ever done. She became the mother of a beautiful child and took a small maternity break.

In October 2020, Elettra released her EP, “14 minuti dentro la mia testa,” which contains 4 Tracks. The EP was preceded by 2 singles from it, “Maledetto,” in March, and “Ti auguro una cagna,” in July.


Cosa ti ha ispirato a diventare un musicista?

What inspired you to become a musician?


E’ iniziato tutto per gioco. Le prime lezioni private, poi l’Accademia, poi ho sentito l’esigenza di fare musica sul serio, di vivere di musica. Forse, pensandoci bene, ho deciso che la musica sarebbe stata la mia vita mentre ascoltavo, per la prima volta dal vivo, Riccardo Sinigallia. Mi ha strappato l’anima, l’ha fatta a pezzi e rimessa al suo posto per un’ora e mezzo di concerto. Ad oggi il più bel concerto della mia vita. Mentre lo ascoltavo, completamente persa tanto quanto presente a me stessa, ho capito che era esattemente quello che volevo.

It all started as a game. The first private lessons, then the Academy, then I felt the need to make music seriously, to make a living from music. Perhaps, thinking about it, I decided that music would be my life as I listened to Riccardo Sinigallia for the first time live. He tore my soul, tore it to pieces and put it back in its place for an hour and a half in concert. To date the best concert of my life. As I listened to it, completely lost as much as it was present to myself, I realized that it was exactly what I wanted.


Quanti anni avevi quando hai iniziato a suonare?

How old were you when you started playing (music)?


A differenza della maggior parte dei miei colleghi, ho iniziato relativamente tardi, avevo 17 o 18 anni quando ho preso le prime lezioni private. Ma la musica c’è sempre stata nella mia vita. Fin da bambina passavo intere giornate con i nonni ad ascoltare musica classica, mia nonna era una grande appassionata. Quando ci ritrovavamo a cena con la famiglia costringevo tutti ad essistere ad interminabili spettacolini, nei quali ballavo e cantavo. Dovrei avere ancora delle cassette a testimonianza. In più il mio primo amore è stata la danza. Ho studiato Modern Jazz e danza classica fino ai 14 anni.

Unlike most of my colleagues, I started relatively late, I was 17 or 18 when I took my first private lessons. But music has always been in my life. Since I was a child, I spent whole days with my grandparents listening to classical music, my grandmother was a great fan. When we found ourselves at dinner with the family, I forced everyone to watch endless little shows, in which I danced and sang. I should still have some test tapes. Plus my first love was dance. I studied Modern Jazz and Ballet until I was 14.


Come descriveresti la tua musica?

How would you describe your music?


Vera, nuda e cruda. Le mie “origini musicali” vengono dal Blues, che mi ha insegnato ad essere me stessa, a raccontare sempre e solo ciò che vivo personalmente e a farlo con la giusta dose di rabbia, malinconia, nostalgia, rancore e verità. Soprattutto verità.

True, naked and raw. My "musical origins" come from the Blues, which taught me to be myself, to tell always and only what I personally experience and to do it with the right amount of anger, melancholy, nostalgia, resentment and truth. Above all truth.


Dove ti sei esibito? Hai dei prossimi concerti?

Where have you performed? Do you have any upcoming shows?


A Roma e in provincia sono stati parecchi i palchi che hanno ospitato la mia musica. Forse uno di quelli a cui sono più affezionata è il palco de “Le Mura” a San Lorenzo. C’è sempre un pubblico attento ad ogni tipo di nuova realtà musicale e questo, per un cantautore o una cantautrice emergente è linfa vitale.


Il 27, 28 e 29 agosto mi sono esibito del Calabria Fest Tutta Italiana a Lamezia Terme, organizzato dall’Associazione Culturale Art-Music&Co e Rai Radio Tutta Italiana. Sono molto emozionata e non vedo l’ora di salire su quel palco.

In Rome and in the province, there have been several stages that have hosted my music. Perhaps one of those I am most fond of is the stage of “Le Mura” in San Lorenzo. There is always an audience that is attentive to any kind of new musical reality and this, for an emerging singer-songwriter or songwriter, is lifeblood.


On 27, 28 and 29 August, I performed on the stage of the Calabria Fest Tutta Italiana in Lamezia Terme, organized by the Cultural Association Art-Music & Co and Rai Radio Entirely Italian.


Dov'è il luogo del tuo concerto ideale?

Where is your ideal place to perform?


Vivo in una bellissima cittadina, Anguillara Sabazia, alle porte di Roma, che si affaccia sul lago di Bracciano. Quest’anno, con l’uscita dei primi due singoli, mi sarebbe piaciuto organizzare un grande evento proprio sulle rive del lago, ma a causa delle normative anti-Covid troppo stringenti ho dovuto in parte rinunciare a questo piccolo sogno.

I live in a beautiful town, Anguillara Sabazia, on the outskirts of Rome, overlooking Lake Bracciano. This year, with the release of the first two singles, I would have liked to organize a big event right on the shores of the lake, but due to the too stringent anti-Covid regulations I had to partially give up this little dream.


Qual è la tua canzone preferita da esibire?

What is your favorite song to perform?


Sicuramente è “Maledetto”, il mio primo singolo. E’ un brano a cui sono mola scriverlo in un periodo particolarmente buio della mia vita, in cui avevo bisogno di ritrovare me stessa. Poi è rimasto nel cassetto per anni. In qualche modo è un brano che è cresciuto insieme a me, la stesura del testo è coincisa con una mia crescita personale, insieme abbiamo affrotato buio e mostri del passato e li abbiamo sconfitti, ritrovando la luce. In più mi ha fatto risparmiare parecchi anni di analisi dallo psicologo (ride). to legata per un milione di motivi. In primis perché ho iniziato.

It is definitely “Maledetto”, my first single. It is a song that I am very fond of writing in a particularly dark period of my life, when I needed to find myself again. Then it remained in the drawer for years. In some way it is a song that has grown with me, the writing of the text coincided with my personal growth, together we faced darkness and monsters of the past and we defeated them, rediscovering the light. Plus it saved me several years of psychologist analysis (laughs). to tied for a million reasons. Primarily because I started.


Quali musicisti famosi ammiri?

Which famous musicians do you admire?


Riccardo Sinigallia credo che sia il cantautore e il produttore contemporaneo che più ammiro in assoluto. Amo i suoi testi, amo la sua musica e sentirlo dal vivo è più che una semplice esperienza musicale, direi che è un’esperienza mistica. E’ un cantautore che non si nasconde mai dietro alle mode del momento, è vero e sincero sul disco ma ancor di più sul palco. Come dicevo prima, è un cantautore che dal vivo ti tocca le corde dell’anima, è impossibile uscire da un suo concerto senza sentirsi arricchiti o addirittura cambiati. Lo adoro e lo ammiro in modo incondizionato.

I think Riccardo Sinigallia is the contemporary singer-songwriter and producer that I most admire. I love his lyrics, I love his music and hearing him live is more than just a musical experience, I would say it's a mystical experience. He is a singer-songwriter who never hides behind the trends of the moment, he is true and sincere on the record but even more so on stage. As I said before, he is a singer-songwriter who touches the strings of your soul live, it is impossible to leave a concert without feeling enriched or even changed. I love and admire it unconditionally.


Qual è il miglior consiglio che ti è stato dato?

What is the best advice you’ve been given?


Che la musica non si studia solo sui libri, che la musica non è fatta solo di accordi e scale, che nella musica due più due non fa necessariamente quattro. Ho avuto un grande maestro, se vivo di musica è soprattutto grazie a lui.

That music is not studied only in books, that music is not made only of chords and scales, that in music two and two does not necessarily make four. I had a great teacher, if I live on music it is above all thanks to him.


Se potessi cambiare qualcosa nel settore della musica, quale sarebbe?

If you could change something about the Music Industry, what would it be?


La mentalità. La mentalità di chi ci governa e crede che la musica e l’arte in generale serva solo a “divertire ed intrattenere”. La mentalità di alcuni miei colleghi che giocano alla guerra del ribasso, svendendo se stessi e la propria arte pur di suonare. La mentalità di chi organizza eventi che si crede sempre più furbo, vendendo la presenza su un palco come pubblicità pur di non pagare gli artisti. La mentalità di alcuni fruitori della musica, a tutti piace ascoltare musica, soprattutto se si è costretti a rimanere chiusi in casa per tre mesi, ma a nessuno piace pagare per ascoltarla. Neanche a me piace pagare l’idraulico, eppure lo faccio. Credo che in primis il cambiamento debba arrivare dai piani alti, inserire la categoria del musicista nei lavori riconosciuti potrebbe essere un ottimo punto di partenza.

The mentality. The mentality of those who govern us and believe that music and art in general only serve to "amuse and entertain". The mentality of some of my colleagues who play the war of the decline, selling themselves and their art just to play. The mentality of those who organize events who believe they are increasingly smart, selling their presence on a stage as an advertisement in order not to pay the artists. The mentality of some music users, everyone likes to listen to music, especially if you are forced to stay indoors for three months, but nobody likes to pay to listen to it. I don't like paying the plumber either, yet I do. I believe that first of all the change must come from the upper floors, inserting the category of the musician in the recognized works could be an excellent starting point.


Qual è un messaggio che vorresti dare ai tuoi fan?

What is a message you would like to give to your fans?


Ma in realtà non mi ritengo così saggia e al di sopra da poter mandare messaggi. Nelle mie canzoni parlo di me, delle mie esperienze e delle mie emozioni, di ciò che credo sia ingiusto o sbagliato, di ciò che amo. La mia unica speranza è che il pubblico si possa riconoscere anche in uno solo dei miei pensieri. Questa sarebbe già una bella soddisfazione.

But I don't really consider myself to be so wise and above that I can text. In my songs I talk about myself, my experiences and my emotions, what I think is unfair or wrong, what I love. My only hope is that the audience can recognize themselves in just one of my thoughts. This would already be a great satisfaction.


Qual è il prossimo per te? (Prossimo Progetto)

What’s next for you?


Spero di suonare il più possibile per far conoscere la mia musica.

I hope to play as much as possible to make my music known.

Instagram

Translations have been edited for clarity

11 views0 comments

Recent Posts

See All