Search

Intervista con Francesco Malaguti | @francescomalagutimusic (Italiano & English)



"Meglio una morte dignitosa che una vita indegna"


Classe 1993, Francesco Malaguti è un musicista italiano di Bologna. Appassionato di musica sin dall'infanzia, Francesco ha iniziato a studiare chitarra con il Maestro Marco Montanari all'età di tredici anni. Invecchiando, ha iniziato a studiare elettronica e informatica, cosa che ha suscitato la sua passione per la musica elettronica.


Nel 2015 Francesco ha pubblicato il suo primo album da solista, "Parti", dopo aver suonato in varie band per un decennio, la maggior parte delle quali industrial. L'album era un concept sperimentale ha iniziato una serie di album che sono diventati parte del suo progetto personale, chiamato anche "Parti".


Da allora fino al 2019, Francesco ha prodotto centinaia di canzoni, molte delle quali inedite, che fanno parte di lunghi concept album che spaziano dal pop, elettronica, musica d'autore, colonne sonore, musica ambient, industrial, rock, techno o EDM, senza limitazioni. a qualsiasi genere particolare.


Francesco ha scoperto la musica di Gerolamo Sacco nel 2020 e ha firmato con Miraloop. Con la casa discografica bolognese pubblica il suo primo EP professionale, "Odissea 1984", composto da quattro brani dedicati al Mar Mediterraneo. Odissea ha raggiunto il numero 1 degli album più venduti nella iTunes Top100 Italia, sezione Alternative, e il numero 4 della iTunes Top100 Italia All-genres.


"Better a dignified death than an unworthy life"


Born in 1993, Francesco Malaguti is an Italian musician from Bologna. Being passionate about music since childhood, Francesco began studying guitar with Maestro Marco Montanari at the age of thirteen. As he got older, he started studying electronics and computer science, which sparked his fascination with electronic music.


In 2015, Francesco released his first solo album, “Parti,” after playing in various bands for a decade, most of which were industrial. The album was an experimental concept began a series of albums that became part of his personal project, also named “Parti.”


From then until 2019, Francesco produced hundreds of songs, many of which were unpublished, which are a part of long concept albums ranging from pop, electronic, auteur music, soundtracks, ambient music, industrial, rock, techno or EDM, without being restricted to any particular genre.


Francesco discovered the music of Gerolamo Sacco in 2020 and signed with Miraloop. With the Bolognese record company, he released his first professional EP, "Odissea 1984," which consists of four songs dedicated to the Mediterranean Sea. Odissea reached number # 1 of the best-selling albums in the iTunes Top100 Italy, Alternative section, and number # 4 of the iTunes Top100 Italy All-genres.


Cosa ti ha ispirato a diventare un musicista?

What inspired you to become a musician?

Non è una domanda facile… anzitutto perché non amo definirmi musicista ma piuttosto compositore, per una semplice ragione: un musicista dev'essere molto bravo, non basta sapere suonare uno o più strumenti come nel mio caso, mentre per comporre bisogna certamente conoscere la musica, ma si può anche non essere bravi. Se sono bravo oppure no non spetta a me dirlo!

Detto questo, è la musica stessa ad avermi ispirato a volere suonare, insomma, la Bellezza ineffabile che tenti di tastare… ma per un evento specifico, mi sovviene che quando incominciai chitarra decisi di imparare quei quattro accordi di Knockin' On Heaven's Door di Bob Dylan, mi emozionava tanto, così da autodidatta presi la chitarra ed imparai a fare i più semplici rivolti di Sol/RE/Lam/Do. Tanto bello. Ma non solo Bob Dylan, sono tanti altri ad avere segnato la mia forma mentis musicale.

It is not an easy question ... first of all because I don't like to call myself a musician but rather a composer, for one simple reason: a musician must be very good, it is not enough to know how to play one or more instruments as in my case, while to compose one must certainly know the music , but you may not be good at it. Whether I am good or not is not up to me to say!

That said, it is the music itself that inspired me to want to play, in short, the ineffable beauty that you try to feel ... but for a specific event, it occurs to me that when I started guitar I decided to learn those four chords of Bob's Knockin 'On Heaven's Door Dylan, I was excited so much, so as a self-taught I took the guitar and learned to do the simplest Sol / D / Lam / Do inversions. So beautiful. But not only Bob Dylan, there are many others who have marked my musical mindset.

Quanti anni avevi quando hai iniziato a suonare?

How old were you when you started playing (music)?


Come sopra, avevo circa 13 o 14 anni, ma cominciai a prendere seriamente lezioni di chitarra classica e flamenco poi (ma non solo) con il Maestro Marco Montanari circa dai quattordici anni. Nel frattempo, crescendo (sia nella vita, sia nella musica), applicavo quanto imparavo tra band rock o industrial giovanili, nonché colonne sonore per spettacoli di teatro, cosa che continuo a tutt'oggi. Non da escludere il mio periodo lungo tutta l'adolescenza di DJ, tra discoteche e feste private.

As above, I was about 13 or 14 years old, but I started taking classical guitar and flamenco lessons seriously then (but not only) with Maestro Marco Montanari at about the age of fourteen. In the meantime, as I grew up (both in life and in music), I applied what I learned between rock or industrial youth bands, as well as soundtracks for theater performances, which I continue to this day. Not to be excluded was my period throughout my adolescence as a DJ, between discos and private parties.

Come descriveresti la tua musica?

How would you describe your music?

"Non chiederci la parola che squadri da ogni lato" disse qualcuno! Scherzi e Montale a parte, mi definisco "senza vincolo di mandato", invero, posso spaziare da un genere all'altro (sono un appassionato di "etichettature" ma per dare ordine, non gli do troppa importanza, un po' come in medicina), pur mantenendo il mio stile, solo per la ricerca della Bellezza (che ci riesca o no, di nuovo, non spetta a me deciderlo, certo non sono Bach, quest'ultimo da cui deriva praticamente tutta la musica occidentale che ascoltiamo). Quindi, eterogenea ma con molti difetti: sovraccarica o farraginosa e stucchevole alle volte, come se soffrissi di horror vacui, cosa che però è compensata da una concettualizzazione intelligente, anzi, intellettuale quanto disordinata. In tutto questo sto però migliorando e lavorandoci grazie anche e soprattutto al supporto del produttore (artistico e non), compositore e cantautore Gerolamo Sacco, della casa discografica felsinea Miraloop, di cui attualmente faccio parte del roaster.

Ma d'altronde vengo dal progressive rock…!

"Don't ask us for the word that looks from all sides" someone said! Joking and Montale aside, I define myself as "without mandate constraint", indeed, I can range from one genre to another (I am a fan of "labeling" but to give order, I don't give it too much importance, a bit like in medicine ), while maintaining my style, only for the pursuit of Beauty (whether I succeed or not, again, it is not up to me to decide, certainly I'm not Bach, the latter from which practically all Western music we listen to derives). So, heterogeneous but with many defects: overloaded or cumbersome and cloying at times, as if I suffered from horror vacui, which however is compensated for by an intelligent, indeed intellectual, as disordered conceptualization. In all this, however, I am improving and working on it thanks also and above all to the support of the producer (artistic and otherwise), composer and songwriter Gerolamo Sacco, of the Miraloop record company of Bologna, of which I am currently part of the roaster.

But on the other hand I come from progressive rock…!

Dove ti sei esibito? Hai dei prossimi concerti?

Where have you performed? Do you have any upcoming shows?

In passato un po' ovunque nei sobborghi della mia città ed in provincia (ormai periferia con la questione della Città Metropolitana), in particolare come Dj e come chitarrista e bassista con i Garajino, la mia più amata band di stampo industrial metal, a tratti prog, che abbia mai avuto. A parte qualche sporadica occasione, ahimè ho smesso di esibirmi da quando ho cominciato a fare musica elettronica, dal 2015.

Ho però lavorato - e continuo a farlo - come compositore di colonne sonore, arrivando finalista alla Biennale di Venezia con "Furore" di Steinbeck (a dire il vero vincendo, ma fu annullata per diverbi e non mi dilungo, fu un peccato, anche economico!).

Ad oggi parlare di prossimi concerti viene difficile, il discorso dovrebbe andare di pari passo con i prossimi vaccini per il covid… tant'è che proprio che in questo periodo sono riuscito a ricreare esibizioni performative live, le poche date disponibili che avevo incastrato nei prossimi mesi sono state annullate… Proprio perciò non sono tra quelli che polemizzano, nonostante le molteplici critiche, ma colgo l'occasione per chiedere a tutti quanti di essere responsabili e di rispettare le norme di buon senso per evitare il diffondersi dei contagi, anche per evitare chiusure di live ed esercenti con il palco! Altrimenti, saranno sempre e solo i soliti "grossi" nel mondo dello spettacolo a salvarsi, anzi, anche a guadagnarci, dal teatro alla musica (in particolare).

Ma visto che non voglio chiudere con l'epidemia/pandemia (globale!), mi piacerebbe tornare a fare il Dj, in particolare Goa Trance o Psy-Trance, anche se ad oggi non digerisca molto i rave…

In the past, almost everywhere in the suburbs of my city and in the province (now a suburb with the question of the Metropolitan City), in particular as a DJ and as a guitarist and bassist with Garajino, my most beloved industrial metal band, at times prog, I've ever had. Apart from a few sporadic occasions, alas I have stopped performing since I started making electronic music, in 2015.

However, I worked - and continue to do so - as a composer of soundtracks, arriving as a finalist at the Venice Biennale with Steinbeck's "Furore" (to be honest, winning, but it was canceled due to disagreements and I won't dwell on it, it was a pity, even economic !).

To date, talking about upcoming concerts is difficult, the discussion should go hand in hand with the next vaccines for covid ... so much so that in this period I was able to recreate live performance performances, the few available dates that I had framed in the next months have been canceled ... Precisely for this reason I am not among those who argue, despite the many criticisms, but I take this opportunity to ask everyone to be responsible and to respect the rules of common sense to avoid the spread of infections, also to avoid closures of live shows and exhibitors with the stage! Otherwise, it will always and only the usual "big guys" in the entertainment world to save themselves, indeed, even to earn, from theater to music (in particular).

But since I don't want to close with the (global!) Epidemic / pandemic, I'd like to go back to DJing, in particular Goa Trance or Psy-Trance, even if I don't digest raves much today ...

Dov'è il luogo del tuo concerto ideale?

Where is your ideal place to perform?

Questa è una bella domanda. Per pensarci sono andato a fare una moka, ho bevuto il caffè, sto fumando una sigaretta (sto smettendo?) e non mi è venuta risposta… facciamo il Dall'Ara perché tifo Bologna, o facciamo l'Onu così vesto la mise da Miss Italia, oppure una serenata in casa prima di fare l'amore con la donna dei miei sogni o anche solo Miriam Leone , o.. Tu dove e a chi faresti l'intervista dei tuoi sogni?

This is a good question. To think about it, I went to make a mocha, drank coffee, I'm smoking a cigarette (am I quitting?) And I didn't get an answer ... let's do the Dall'Ara because I support Bologna, or let's do the UN so I dress like Miss Italy, or a serenade at home before making love with the woman of my dreams or even just Miriam Leone, or .. Where and who would you do the interview of your dreams?

Qual è la tua canzone preferita da esibire?

What is your favorite song to perform?

Dipende se con la chitarra o in gruppo o live-set. Con la chitarra è difficile, ho in repertorio tanti flamenco che amo, ma ne posso dire due, del mio genere di due tra i più grandi chitarristi di sempre (Steve Hackett - Genesis/Steve Howe - Yes) che sono: "Horizons - Genesis" e "Mood for a Day - Yes".

In gruppo alcune mie tracce sinceramente, ma non voglio fare grossi spoiler perché ho in vista dei rifacimenti e mi sgridano sennò! Se fosse altrimenti, solo per il significato del testo, tra le mie (ah, sì, non faccio cover, se non per diletto ogni tanto o per regalo o dedica a qualcuno/a, come nel caso di "Te lo Leggo negli Occhi"), potrebbe essere "Ballata per un Anedonico" ma con dei musicisti "tosti" che rendano bene la vena prog e lo stimmung passionale di pietas di quel brano. Altrimenti anche "Scorrete, mie lacrime" o tutto "Parti! Non Lavorare Stanca", opera dedicata ed ispirata a Cesare Pavese, ultimo mio lavoro DIY del 2019 prima di entrare in Miraloop.

It depends on whether with the guitar or in a group or live-set. With the guitar it is difficult, I have many flamenco in my repertoire that I love, but I can say two, of my kind of two of the greatest guitarists ever (Steve Hackett - Genesis / Steve Howe - Yes) who are: "Horizons - Genesis "and" Mood for a Day - Yes ".

In a group some of my tracks honestly, but I don't want to make big spoilers because I have some remakes in sight and they scold me otherwise! If it were otherwise, only for the meaning of the text, among mine (ah, yes, I do not cover, except for pleasure every now and then or as a gift or dedication to someone, as in the case of "You read it in the eyes" ), it could be "Ballad for an Anedonic" but with "tough" musicians who give well the prog streak and the passionate stigmung of pietas of that piece. Otherwise also "Scroll, my tears" or all "Leave! Don't Work Stanca", a work dedicated and inspired by Cesare Pavese, my last DIY work of 2019 before joining Miraloop.

Quali musicisti famosi ammiri?

Which famous musicians do you admire?

Ok, posso fare un copia e incolla? Ma sono davvero tanti… Premessa: amo (quasi) qualsiasi cosa sia progressive rock (posso fare un invito a guardare la mia rubrica divulgativa in merito, poi interrotta in realtà…?)

Cito già da subito, sopra a tutti i Pink Floyd… poi,

"Mike Oldfield" ("Amarok" - soprattutto King Mike), nel Krautrock in generale, "Talk Talk", Rock Progressivo Italiano come la "Premiata Forneria Marconi o il "Banco Del Mutuo Soccorso" e via dicendo, l'elettronica di "Solar Fields", e molti altri, dagli "Infected Mushroom" ai "Barclay James Harvest" i gradissimi "Supertramp", "Ash Ra Tempel", "Archive" (di sottofondo mentre scrivo), da non sottovalutare "Gui Boratto", "Nathan Fake", "Nine Inch Nails", "CCCP – Fedeli Alla Linea", "Mick Gordon", "Ennio Morricone" per me un grande ispiratore e tra i più grandi compositori ed esteti di sempre, non posso non citare Piero Ciampi, tra i più grandi poeti della storia, tanta musica classica inelencabile, ma come sopra sono per me importanti i Tangerine Dream etc… ma come si fa ad elencarli tutti? Sono in tanti (per fortuna) ad avere fatto tanta Bellezza e tanti a farla (ahimè oggi rimangono un po' nel retroscena).

Ok, can I copy and paste? But there are so many ... Premise: I love (almost) anything progressive rock (can I make an invitation to look at my informative column about it, then actually interrupted ...?)

I mention right away, above all Pink Floyd ... then,

" Mike Oldfield " (" Amarok " - especially King Mike), in Krautrock in general, " Talk Talk ", Italian Progressive Rock as the " Premiata Forneria Marconi or the" Banco Del Mutuo Soccorso "and so on, the electronics of" Solar Fields ", and many others, from the" Infected Mushroom "to the" Barclay James Harvest "the very welcome" Supertramp "," Ash Ra Tempel "," Archive "(in the background as I write), not to be underestimated" Gui Boratto "," Nathan Fake "," Nine Inch Nails "," CCCP - Fedeli Alla Linea "," Mick Gordon "," Ennio Morricone "for me a great inspirer and one of the greatest composers and aesthetes of all time, I cannot fail to mention Piero Ciampi, one of the greatest poets in history, a lot of inelenceable classical music, but as above, Tangerine Dream etc are important to me ... but how can Do you list them all? There are many (fortunately) to have done so much Beauty and many to do it (alas, today they remain a bit behind the scenes).

Qual è il miglior consiglio che ti è stato dato?

What is the best advice you’ve been given?

"Silenzio".

Ma comunque, citando Mike Bongiorno:

M.B.: “Bravissimo, bravo bravo bravo bravo. Bravo bravissimo, bravo Cage. Beh, il signor Cage ci ha dimostrato indubbiamente che se ne intendeva di funghi… quindi non è stato solo un personaggio che è venuto su questo palcoscenico per fare delle esibizioni strambe di musica strambissima, quindi è veramente un personaggio preparato. Lo sapevo perché mi ricordo che ci aveva detto che abitava nei boschetti nelle vicinanze di New York e che tutti i giorni andava a fare passeggiate e raccogliere funghi”.

J.C.: “Un ringraziamento a… funghi, e alla Rai e a tutti genti d’Italia”.

M.B.: “A tutta la gente d’Italia. Bravo signor Cage arrivederci e buon viaggio, torna in America o resta qui?”.

J.C.: “Mia musica resta”.

M.B.: “Ah, lei va via e la sua musica resta qui, ma era meglio il contrario: che la sua musica andasse via e lei restasse qui”.

"Silence".

But anyway, quoting Mike Bongiorno:

MB : “Very good, good good good good. Bravo very good, good Cage. Well, Mr. Cage undoubtedly proved to us that he knew about mushrooms… so it wasn't just a character who came to this stage to do some weird performances of weird music, so he's really a prepared character. I knew this because I remember that he told us that he lived in the groves near New York and that every day he went for walks and picking mushrooms ”.

JC : “Thanks to… mushrooms, and to Rai and to all the people of Italy” .

MB : “To all the people of Italy. Bravo Mr. Cage, goodbye and have a good trip, come back to America or stay here?

JC : “My music stays” .

MB : “Ah, she goes away and her music stays here, but the opposite was better: her music goes away and she stays here”.

Se potessi cambiare qualcosa nel settore della musica, quale sarebbe?

If you could change something about the Music Industry, what would it be?

Risposta facile: l'egemonia delle Major.

Risposta complessa: la mentalità e la stigmatizzazione dell'estetica percepita dalla massa della musica nel suo ruolo dopaminergico ed anche sociale o politico, come strumento di convincimento o della teoria del controlling crowds della vecchia scuola di Chicago. Ma la musica un tempo era bellezza pure e mi sta anche bene che non siamo nel rinascimento ma nel decadimento nichilista, quindi se mi si chiede cosa cambiare del settore musicale sarebbero due cose: i musicisti e compositori o in generale gli addetti al settore, me compreso e l'altra cosa sarebbe una soltanto: il capitalismo inteso come l'ultra liberismo oggi dominato dalla Sillicon Valley che detta ordini alla parola: consuma (produci, crepa). Questo porta la musica a smettere di essere ciò va alla ricerca del Bello. Non mi dilungo.

Easy answer: the hegemony of the majors.

Complex answer: the mentality and the stigmatization of the aesthetic perceived by the mass of music in its dopaminergic and also social or political role, as a tool of persuasion or of the old Chicago school controlling crowds theory. But once music was pure beauty and it is also good for me that we are not in the renaissance but in the nihilistic decay, so if you ask me what to change in the music sector it would be two things: the musicians and composers or in general the insiders in the sector, me understood and the other thing would be only one: capitalism understood as the ultra liberalism today dominated by Sillicon Valley that dictates orders to the word: consume (produce, crack). This leads the music to stop being what goes in search of Beauty. I will not dwell on it.

Qual è un messaggio che vorresti dare ai tuoi fan?

What is a message you would like to give to your fans?

Ovviamente la pace nel mondo! (si scherza, è che da grande volevo fare miss Italia).

Sinceramente, il primo è di ascoltare Piero Ciampi.

Il secondo e di cercare di essere più sensibili rispetto ad alcune tematiche sociali, di non giudicare, essere più aperti, più consapevoli… di cercare il Bello dove non lo vedono e dargli un significato anche lexis ove lo trovassero.

Inoltre, di evitare ogni forma di stigmatizzazione e non fermarsi alle apparenze.

Non giudicate i "matti", la psicopatologia è qualcosa che "si ha" e non che "si è" e molti musicisti che ascoltate e molti "miti" hanno tanto sofferto. Ma d'altronde, se sono miei fan e stanno qui leggendo, un po' matti lo sono pure loro (si scherza, ho appena visto Borat 2!).

Of course, world peace! (joking, it's that when I grew up I wanted to do miss Italy).

Honestly, the first is to listen to Piero Ciampi.

The second is to try to be more sensitive to some social issues, not to judge, to be more open, more aware ... to look for the Beautiful where they do not see it and to give it a meaning even lexis if they find it.

Also, to avoid any form of stigmatization and not stop at appearances.

Do not judge the "crazy", psychopathology is something that "you have" and not that you "are" and many musicians you listen to and many "myths" have suffered so much. But on the other hand, if they are my fans and they are reading here, they are a bit crazy too (kidding me, I just saw Borat 2!).

Qual è il prossimo per te? (Prossimo Progetto)

What’s next for you?

A parte conquistare il mondo e guarire per avere una vita dignitosa?

UNA FIGATA.

Posso dire il resto fra circa un mesetto? È praticamente ultimato, diverge assolutamente dall'elettropop sperimentale di Odissea 1984, sarà una sorpresa, posso dire soltanto che uscirà con la sotto-etichetta colta Miraloop Diamonds, ma mettiamola così, sarà un viaggio tra e con tutti i sensi. Genere? Eh… La vena industrial c'è innegabilmente, quella sperimentale non manca mai, e sarà una release coraggiosa… immaginati una colonna sonora di un film di fantascienza epico, tra musica classica, l'experimental noise/rumorismo… secondo me è rock progressivo, ma aspetto che lo decida la critica.

Quanto detto in quest'ultima risposta non andrebbe preso alla lettera, non so come definirlo e l'ho sicuramente fatto male… va be' dai, lo dico, sono fondamentalmente tre medley o suite suddivise in più parti intermezzate. (qua si arrabbia il produttore ho detto troppo), ma anche se ho detto troppo, è come se non avessi detto nulla, perché a parlare davvero saranno gli ascoltatori, o se vogliamo evitare il paradosso, a parlare sarà la musica.

Aside from conquering the world and healing to have a dignified life?

PRETTY COOL.

Can I tell the rest in about a month? It is practically completed, it diverges absolutely from the experimental electropop of Odyssey 1984, it will be a surprise, I can only say that it will come out with the cultured sub-label Miraloop Diamonds, but let's put it this way, it will be a journey between and with all the senses. Gender? Eh ... The industrial vein is undeniably there, the experimental one is never lacking, and it will be a courageous release ... imagine a soundtrack of an epic science fiction film, between classical music, experimental noise ... in my opinion it's progressive rock, but I wait for the critics to decide.

What was said in this last answer should not be taken literally, I do not know how to define it and I certainly did it wrong ... okay, I say it, they are basically three medleys or suites divided into several interspersed parts. (here the producer gets angry I said too much), but even if I said too much, it is as if I had not said anything, because the listeners will really speak, or if we want to avoid the paradox, the music will speak.

Website

Instagram

Facebook

Translations have been edited for clarity

21 views0 comments