Search

Intervista con L E O N | @alexleon.violin (Italiano & English)



Classe 1987, Alex Léon è un giovane violinista originario di Sigheti Marmatiei, una città nel nord della Romania. Ha una formazione classica ma tende a propendere per la sperimentazione e nuovi linguaggi musicali.


Alex ha iniziato a studiare violino all'età di 5 anni, presso la piccola scuola di musica “George Enescu”, intitolata al grande violinista rumeno. A 13 anni è stato ammesso al prestigioso liceo classico “Sigismund Toduta”, a Cluj-Napoca, dove ha studiato con il Maestro Soltan Viorel. Nel 2003 Alex si trasferisce a vivere in Italia, per proseguire i suoi studi presso il Conservatorio “N. Paganini” di Genova, dove si è diplomato sotto la guida del Prof. Valerio Giannarelli. Nel 2011 ha studiato all'Accademia Internazionale di Musica Menuhin in Svizzera, sotto la guida di Maxim Vengerov, Liviu Primary e Oleg Kasiv. Nel 2014 ha perfezionato il suo modo di suonare studiando con Bin Huang, vincitore di numerosi premi, tra cui il Paganini Premier Award. Dal 2016 al 2019 ha studiato musica da camera con Massimo Quarta a Genova e dopo Piergiorgio Rosso a Torino.


Nel corso della sua carriera Alex ha conosciuto e collaborato con molti noti musicisti, tra i quali il pianista Stefano Nozzoli. I due artisti hanno formato un duo che, negli anni, ha costruito ed eseguito un grande repertorio di musica da camera, spaziando da J. S. Bach, Mozart e Schubert a Beethoven, Brahms, Debussy e Prokofiev.


Alex è un violinista versatile che è interessato a molti generi musicali.


Nel 2008 inizia a collaborare con il gruppo folk-rock piemontese Yo Yo Mundi, con il quale registra i CD Album Rosso e Munfrà. Insieme a Yo Yo Mundi si è esibito in numerosi concerti, sia in Italia che all'estero, in prestigiosi teatri e sedi di concerti. Questa collaborazione è durata fino al 2013 e ha regalato ad Alex un'esperienza culturale e musicale di enorme valore, che ha influenzato il musicista che è diventato. Alex è stato anche uno dei membri fondatori dell '"Orchestra Multietnica Furasté"; un gruppo musicale e multiculturale con il quale Alex ha eseguito numerosi concerti in giro per l'Italia tra il 2010 e il 2013.


La ricerca di nuove forme e linguaggi musicali ha portato Alex ad approfondire la sua conoscenza dell'improvvisazione, attraverso la quale sente di poter esprimere al meglio le proprie idee e sentimenti.



Born in 1987, Alex Léon is a young violinist originally from Sigheti Marmatiei, a city in northern Romania. He is classically trained but tends to lean towards experimentation and new music languages. Alex started studying the violin at the age of 5, at the small “George Enescu” music school, named after the great Romanian violinist. When he was 13, he was admitted to the prestigious “Sigismund Toduta” grammar school, in Cluj-Napoca, where he studied under the Maestro Soltan Viorel. In 2003, Alex moved to live in Italy, to continue his studies at the Conservatorio “N. Paganini” in Genoa, where he graduated under the tutelage of Prof. Valerio Giannarelli. In 2011, he studied at the International Menuhin Music Academy in Switzerland, under the guidance of Maxim Vengerov, Liviu Primary and Oleg Kasiv. In 2014, he perfected his playing by studying under Bin Huang, a winner of numerous awards, including the Paganini Premier Award. From 2016 until 2019, he studied chamber music under Massimo Quarta in Genoa and after Piergiorgio Rosso in Turin. During his career, Alex has known and collaborated with many noted musicians, among whom is the pianist Stefano Nozzoli. The two artists have formed a duo which, over the years, has built and performed a great repertoire of chamber music, ranging from J. S. Bach, Mozart, and Schubert to Beethoven, Brahms, Debussy and Prokofiev. Alex is a versatile violinist who is interested in many genres of music. In 2008, he started to collaborate with the Yo Yo Mundi Piemontese folk-rock group, with whom he recorded the CDs Album Rosso and Munfrà. Together with Yo Yo Mundi he performed in many concerts, both in Italy and abroad, in prestigious theatres and concert venues. This collaboration lasted until 2013 and gave Alex an enormously valuable cultural and musical experience, which has influenced the musician he has become. Alex was also was one of the founding members of “Orchestra Multietnica Furasté”; a music and multicultural group with which Alex performed numerous concerts around Italy between 2010 to 2013. The search for new music forms and languages has taken Alex to deepen his knowledge of improvisation, through which he feels he can best express his own ideas and feelings.


Cosa ti ha ispirato a diventare un musicista?

What inspired you to become a musician?


La cosa che mi ha ispirato a diventare un musicista e stato sicuramente il fatto di suonare per le persone, da bambino avevo provato delle emozioni incredibili in ogni occasione nella quale mi esibivo. Questo momento di liberazione e la cosa che io cerco ogni volta che suono. Si percepisce un’energia che diversamente non è possibile trovare.


The thing that inspired me to become a musician was definitely the fact that I played for people, as a child I had felt incredible emotions on every occasion I performed. This moment of release is the thing I look for every time I play. An energy is perceived that otherwise cannot be found.


Quanti anni avevi quando hai iniziato a suonare?

How old were you when you started playing (music)?


Iniziai a studiare il violino presto, a 5 anni con mio papà, il quale a sua volta aveva iniziato lo studio del violino indirizzato dalla nonna, studiò per diversi anni fino al liceo poi abbandonò la musica. Il violino rimase sempre a casa nostra nella sua custodia, la nonna inquanto medico, da bambino mi ricordo che mi inseguiva per farmi delle punture, dopo la puntura mi portava il violino. Apriva la custodia ed io smettevo di piangere. E così fu presto fatto, quando raggiunsi l'età giusta per andare a scuola mi regalarono un violino piccolo e così ebbe inizio la mia avventura con questo nuovo amico.


I started studying the violin early, at the age of 5 with my dad, who in turn had started studying the violin directed by his grandmother, he studied for several years until high school then abandoned music. The violin always remained in our house in its case, the grandmother as a doctor, as a child I remember that she chased me to give me punctures, after the puncture she brought me the violin. He opened the case and I stopped crying. And so it was soon done, when I reached the right age to go to school they gave me a small violin and so began my adventure with this new friend.


Come descriveresti la tua musica?

How would you describe your music?


Amo la musica classica, a cominciare da J. S. Bach, Mozart, Beethoven, Brahms, Schuman, R. Strauss e così via. E la musica che ogni giorno mi insegna cose nuove, però la mia identità è composta da più generi musicali, attualmente sto componendo per un nuovo progetto di poesia, danza e visual art, la mia musica e un insieme di melodia e movimento, ritmo, sono dei brani con uno sviluppo progressivo, da una piccola cellula musicale fino ad una moltitudine di cellule che formano l'insieme. Semplice e nostalgica nello stesso momento ti prende e ti fa danzare. Ecco, per me, ho raggiunto il mio obiettivo quando muovo le persone.


I love classical music, starting with JS Bach, Mozart, Beethoven, Brahms, Schuman, R. Strauss and so on. It is the music that teaches me new things every day, but my identity is made up of multiple musical genres, I am currently composing for a new project of poetry, dance and visual art, my music is a mix of melody and movement, rhythm, they are pieces with a progressive development, from a small musical cell up to a multitude of cells that form the whole. Simple and nostalgic at the same time it takes you and makes you dance. Here, for me, I have achieved my goal when I move people.


Dove ti sei esibito? Hai dei prossimi concerti?

Where have you performed? Do you have any upcoming shows?


Mi sono esibito con varie formazioni, dalla musica classica in orchestra, in duo insieme al mio caro amico pianista Stefano Nozzoli fino alla musica FolkRock con gli Yo Yo Mundi, Stephane Mellino, The Vad Vuc e Jazz con i 20 Strings, Marco Tindiglia, Furio Di Castri, Toti Canzonieri, Giangiacomo Rosso, Andy Sheppard e altri. Ho suonato in diveri teatri e piazze in Italia, ho fatto tournée in Inghilterra, Austria e Svizzera.


I performed with various ensembles, from classical music in orchestra, in duo with my dear friend pianist Stefano Nozzoli to FolkRock music with Yo Yo Mundi, Stephane Mellino, The Vad Vuc and Jazz with 20 Strings, Marco Tindiglia , Furio Di Castri, Toti Canzonieri, Giangiacomo Rosso, Andy Sheppard and others. I have played in various theaters and squares in Italy, I have toured in England, Austria and Switzerland.


Dov'è il luogo del tuo concerto ideale?

Where is your ideal place to perform?


Il luogo del mio concerto ideale mi piacerebbe che si tenesse in un teatro greco come quello di Segesta in Sicilia.


The place of my ideal concert I would be held in a Greek theater like that of Segesta in Sicily.


Qual è la tua canzone preferita da esibire?

What is your favorite song to perform?


Il mio brano preferito da esibire potrebbe essere un brano scritto da me, dedicato a mia figlia la quale ha 3 anni adesso. "Little Bright Star".


My favorite song to perform could be a song written by me, dedicated to my daughter who is 3 years old now called, "Little Bright Star."


Quali musicisti famosi ammiri?

Which famous musicians do you admire?


Tra I musicisti che ammiro e che ascolto ci sono sicuramente Beethoven, Scriabin, Debussy, Bill Evans, Miles Davis, Steve Coleman, Didier Lockwood, Stephane Grapelli.


Among the musicians I admire and listen to there are certainly Beethoven, Scriabin, Debussy, Bill Evans, Miles Davis, Steve Coleman, Didier Lockwood, Stephane Grapelli.


Qual è il miglior consiglio che ti è stato dato?

What is the best advice you’ve been given?


Credi nella musica perché lei crede in te! È l'unica cosa che ci avvicina al tutto.


Believe in music because it believes in you! It is the only thing that brings us closer to everything.


Se potessi cambiare qualcosa nel settore della musica, quale sarebbe?

If you could change something about the Music Industry, what would it be?


Cambierei venendo incontro ai musicisti con meno tasse da pagare per quanto riguarda i piccoli concerti o esibizioni. Come, per esempio, togliendo le tasse SIAE sotto il nr di 100 persone presenti. E darei incentivi per far suonare i giovani soprattutto nei piccoli centri urbani per fare avvicinare alla musica colta, tutti; organizzare eventi dove ci sia musica classica, jazz e altri generi di Qualità.


I would change to accommodate musicians with less tax to pay for small concerts or performances. As for example by removing the SIAE taxes under the number of 100 people present. And I would give incentives to make young people play especially in small urban centers to bring everyone closer to cultured music; organize events where there is classical music, jazz and other quality genres.


Qual è un messaggio che vorresti dare ai tuoi fan?

What is a message you would like to give to your fans?


Ai miei fans, mando un ringraziamento e spero insieme a tutti gli altri amici musicisti di poter tornare sul palco al più presto. Chiedo a loro di sostenere i musicisti e di essere curiosi e non avere paura del nuovo. Lasciate che siano le emozioni a guidarvi.


To my fans, I send a thank you and I hope together with all the other musician friends to be back on stage as soon as possible. I ask them to support the musicians and be curious and not be afraid of the new. Let the emotions guide you.


Qual è il prossimo per te? (Prossimo Progetto)

What’s next for you?


Prossimo progetto per me si chiama Forest Breath, un progetto di poesia, danza, musica e visual art che parla della natura, della primordiale relazione tra essa e gli esseri umani. Attraverso le varie arti noi cerchiamo di svegliare le coscienze nel diventare più consapevoli dei danni che stiamo facendo alla Natura. Insieme a me ci saranno Tania Haberland poetessa, Fabrizio Dalle Piane performer, Marina Giardina danza, Francesca Pellegrini danza, Emanuele Fameli visual art.


Seguirà anche la pubblicazione del mio nuovo album.


Next project for me is called Forest Breath, a poetry, dance, music and visual art project that talks about nature, about the primordial relationship between it and human beings. Through the various arts we try to awaken consciences to become more aware of the damage we are doing to Nature. With me there will be Tania Haberland (poetess), Fabrizio Dalle Piane (performer), Marina Giardina (dancer), Francesca Pellegrini (dancer), and visual artist Emanuele Fameli.


The release of my new album will also follow.

Website

Instagram

Facebook

Translations have been edited for clarity


18 views0 comments