Search

Intervista con Laura Ciriaco | @lauraciriacoofficial (Italiano & English)



L'artista italiana Laura Ciriaco ha iniziato a suonare il pianoforte all'età di 4 anni. Quando aveva 11 anni, è entrata nel conservatorio, che non è durato a lungo. La vera passione di Laura è accompagnarsi al pianoforte mentre canta.


Nel 2005, la vita di Laura prende una svolta inaspettata e viene selezionata come partecipante al Premio Mia Martini 2005, dove raggiunge la finale. Lì conosce Franco Fasano, con il quale resterà in contatto negli anni, sviluppando un rapporto professionale che dura tutt'oggi. Nella serata finale, sfidando 30 concorrenti provenienti da tutta Italia, Laura ha vinto una borsa di studio per la MAS Music Art and Show Academy di Milano, che ha frequentato fino al conseguimento del diploma in Performing Arts. Inizia così l'avventura che l'ha portata al suo primo singolo. Trasferirsi dall'Abruzzo a Milano, collaborando con musicisti professionisti; formazioni elettriche e acustiche, con repertori pop, rock, funk, soul, gospel.


Nel 2009, con la sua band i Neroré, Laura ha vinto il Mogol Award per i "migliori testi" in un concorso per brani inediti. Tra il 2008 e il 2010, ha avuto la sua prima esperienza come session singer negli spettacoli gospel, “Stand Up! A Gospel Revolution" e "Stand Up! The New Revolution”, prodotto da CeCe Rogers, che l'ha portata in tournée in tutta Italia.


Laura ha partecipato ad un'importante collaborazione nel 2015, il coro per un disco di produzione di Piero Cassano e Fabio Perversi (Matia Bazar). Nel 2018 ha poi partecipato a The Voice of Italy, stupendo l'Italia con il suo timbro vocale unico e l'energia contagiosa, arrivando in semifinale. Nel 2019 è finalista a Sanremo Giovani, e nel 2020 è arrivata in semifinale al Premio Lunezia.



Italian artist Laura Ciriaco began playing the piano at the age of 4. When she was 11 years old, she entered the conservatory, which did not last long. Laura’s true passion is accompanying herself on the piano while she sings.


In 2005, Laura’s life takes an unexpected turn, and is selected as a participant in the 2005 Mia Martini Award, where she reaches the final. There, she met Franco Fasano, with whom she will remain in contact over the years, developing a professional relationship that lasts to this day. In the final evening, challenging 30 competitors from all over Italy, Laura won a scholarship for the MAS Music Art and Show Academy in Milan, which she attended until she obtained her diploma in Performing Arts. This began the adventure that led her to her first single. Moving from Abruzzo to Milan, collaborating with professional musicians; electric and acoustic formations, with pop, rock, funk, soul, gospel repertoires.


In 2009, with her band the Neroré, Laura won the Mogol Award for "best lyrics" in a competition for unreleased songs. Between 2008 and 2010, she had her first experience as a session singer in the gospel shows, “Stand Up! A Gospel Revolution,” and “Stand Up! The New Revolution,” produced by CeCe Rogers, which took her on tour throughout Italy.


Laura participated in an important collaboration in 2015, the choir for a production disc by Piero Cassano and Fabio Perversi (Matia Bazar). In 2018, she then participated in The Voice of Italy, amazing Italy with her unique vocal timbre and contagious energy, reaching the semifinal. In 2019, she was a finalist in Sanremo Giovani, and in 2020 she arrived in the semi-final at the Lunezia Prize.


Cosa ti ha ispirato a diventare un musicista?

What inspired you to become a musician?


Mi sono appassionata alla musica sin da bambina grazie a mia madre che, avendo lei stessa questa passione e suonando la chitarra, ha indirizzato sia me che mio fratello allo studio del pianoforte...diciamo che da lì è arrivato tutto in maniera molto naturare come se fosse proprio la strada per me!


I have been passionate to music since a child thanks to my mother who, having her same passion and playing the guitar, has addressed both me and my brother to study of the piano ... Let's say that everything came from there in a very natural way as if that was the way for me!


Quanti anni avevi quando hai iniziato a suonare?

How old were you when you started playing (music)?


Ho iniziato a suonare il piano a 6 anni.


I started playing the piano at 6 years old.


Come descriveresti la tua musica?

How would you describe your music?


Positiva!

Con la mia musica mi piace raccontare storie, non solo la mia storia, mi piace parlare anche di argomenti impegnativi ma sempre con una lettura di speranza e positività.


Positive!

With my music I like to tell stories, not only my story, I also like to talk about challenging topics but always with a reading of hope and positivity.


Dove ti sei esibito? Hai dei prossimi concerti?

Where have you performed? Do you have any upcoming shows?


In questo momento come ben sa la musica, come tutto il resto delle attività artistiche e non, ha subito un “arresto forzato” speriamo si torni presto sul palco e soprattutto che passi per tutti questo momentaccio.


At this moment as you well know music, like everything in the artistic and non-artistic activities, has subjected a "forced arrest." Let's hope we will come back to the stage soon, especially going through this bad time.


Dov'è il luogo del tuo concerto ideale?

Where is your ideal place to perform?


Ho suonato ovunque, piccoli locali e grandi palchi, non ho preferenze, certo un grande palco ti da un’adrenalina maggiore ma anche le situazioni più intime hanno un loro perché, riesci a guardare il pubblico dritto negli occhi e per me conta molto.


I have played everywhere, small locations and big stages, I have no preferences, sure a big stage gives you more adrenaline but even the most intimate situations have a because you can look at the audience straight in the eyes and it matters a lot to me.


Qual è la tua canzone preferita da esibire?

What is your favorite song to perform?


Tutte le mie canzoni.


All my songs.


Quali musicisti famosi ammiri?

Which famous musicians do you admire?


Nel panorama italiano gli artisti che apprezzo di più sono sicuramente Fiorella Mannoia, Simona Bencini e Mario Biondi.


In the Italian panorama, the artists I appreciate most are Fiorella Mannoia, Simona Bencini, and Mario Biondi.


Qual è il miglior consiglio che ti è stato dato?

What is the best advice you’ve been given?


Sempre te stessa e testa alta, sempre.


Always be yourself and head high, always.


Se potessi cambiare qualcosa nel settore della musica, quale sarebbe?

If you could change something about the Music Industry, what would it be?


Come in ogni settore ci sarebbe tanto da parlare, diciamo che per il mio settore mi piacerebbe ci fossero più opportunità di “farsi sentire.”


As in every sector there would be so much to talk, we say that for my sector i would like there more opportunity to "be heard."


Qual è un messaggio che vorresti dare ai tuoi fan?

What is a message you would like to give to your fans?


In questo preciso momento non può che essere un messaggio di speranza e di forza, così come mi piace cantare nelle mie canzoni...stringiamo i denti ancora per un po’ e facciamo le cose con coscienza, e tutto questo presto sarà solo un brutto ricordo.


At this precise moment it cannot be a message of hope and strength, as i like to sing in my songs ... Let's tighten your teeth for a little more and do things consciously, and all this will soon be a bad memory.


Qual è il prossimo per te? (Prossimo Progetto)

What’s next for you?


Shhh, è un segreto... Ma speriamo col nuovo anno di potervelo far sentire dal vivo!


Shhh, it's a secret ... But hopefully with the new year we can let you hear it live!

Instagram

Facebook

Translations have been edited for clarity

8 views0 comments