Search

Intervista con Margherita Zanin | @margheritazanin.music (Italiano & English)



La cantautrice ligure Margherita Zanin ha seguito la sua passione per la musica fin da giovanissima. Ha maturato esperienza attraverso spettacoli dal vivo e festival, sia in Italia che all'estero. Nel 2015 conosce Roberto Costa, storico bassista di Lucio Dalla, nonché ex produttore di Dalla, Carboni, Ron e Gli Stadio. Insieme hanno prodotto il suo primo album, "ZANIN", uscito nel 2016, composto da otto canzoni, due in italiano e sei in inglese. L'album ottiene un riscontro molto positivo da parte dei media e il singolo “Travel Crazy” entra a far parte della colonna sonora di Donnavventura in onda su Rete4. Inoltre è stato aggiunto alla compilation, "Libera Veramente Vol.7", per Rolling Stone Italia.


Nel 2018 Margherita inizia la sua collaborazione con Lele Battista, e il produttore milanese la porta a sperimentare il suo nuovo immaginario musicale. Quel marzo uscì “Amaro”, che fu anche scelto per la compilation Rolling Stone. A luglio ha pubblicato il singolo "Rosa", in cui i suoi suoni elettronici e trip-hop hanno iniziato a prendere forma. Il novembre successivo, con il Volume! Etichetta ha pubblicato l'EP, "RadioMarghe", contenente i suoi ultimi 4 singoli, creando un ponte ideale tra il suo primo album e il suo nuovo lavoro.


A giugno 2019 è uscito il pluripremiato album di Margherita, “Distanza in stanza”, ricco di collaborazioni presentato al Concerto del Primo Maggio a Roma come vincitore del concorso 1M Next. L'album raccoglie gli interventi di alcuni tra i più importanti artisti della scena alternativa italiana: Appino, Lodo Guenzi, Motta, Mauro Ermanno Giovanardi, Davide Toffolo, Cristiano Godano, Omar Pedrini, Morgan, Riccardo Sinigallia e Pierpaolo Capovilla.


L'ultimo singolo di Margherita, "Cirashi", è uscito nell'aprile 2021.



Ligurian singer-songwriter Margherita Zanin has followed her passion in music starting at a very young age. She has gained experience through live shows and festivals, both in Italy and abroad. In 2015, she met Roberto Costa, historical bassist of Lucio Dalla, as well as former producer of Dalla, Carboni, Ron, and Gli Stadio. Together, they produced her first album, "ZANIN," released in 2016, consisting of eight songs, two in Italian and six in English. The album got very positive feedback from the media, and the single, “Travel Crazy,” became part of the Donnavventura soundtrack broadcasted on Rete4. It also was added to the Compilation, “Libera Veramente Vol.7,” for Rolling Stone Italia.


In 2018, Margherita began her collaboration with Lele Battista, and the Milanese producer led her to experiment with her new musical imagination. That March, “Amaro,” was released, which was also chosen for the Rolling Stone compilation. In July, she released the single, “Rosa,” in which her electronic and trip-hop sounds started to take shape. The following November, with the Volume! Label she released the EP, “RadioMarghe,” containing her last 4 singles, creating an ideal bridge between her first album and her new work.


In June 2019, Margherita’s the award-winning album, “Distanza in stanza,” was released, full of collaborations presented at the May Day Concert in Rome as winner of the 1M Next contest. The album brought together the interventions of some of the most important artists of the Italian alternative scene: Appino, Lodo Guenzi, Motta, Mauro Ermanno Giovanardi, Davide Toffolo, Cristiano Godano, Omar Pedrini, Morgan, Riccardo Sinigallia, and Pierpaolo Capovilla.


Margherita’s latest single, “Cirashi,” was released in April 2021.



Cosa ti ha ispirato a diventare un musicista?

What inspired you to become a musician?


Sono diventata una musicista grazie alla sofferenza.

Il pensiero negativo mi ha portato ad avvicinarmi alla musica senza troppi problemi.

Avevo una grande voglia di giocare con la voce, cantavo ovunque, pure in mezzo alla strada o seduta con amici al tavolo di un bar. Sentivo l’esigenza continua di sentirmi forte e la musica mi ha reso più vivida e lucida. Quando ero piccolina mio padre morì in un incidente in moto. Ereditai tutti i suoi dischi, tra cui svariati album italiani. Con il senno di poi credo che lui sia stato il primo ad avermi inconsapevolmente ispirata. Credo che essere una musicista sia anche la conseguenza di sacrifici, di studio e sudore, di esperienza sul palco. Si parla di viaggi, di condivisione creativa, di libertà assoluta prediligendo l’essere piuttosto che l’apparire. Mi ha ispirato la vita, mi hanno ispirato le esperienze buone e meno buone. Mi ha ispirato mia madre perché ha sempre creduto in me nonostante tutti i momenti difficili che abbiamo dovuto affrontare. Mi continuo ad ispirare al cielo blu, al mare, alle critiche - che sono come benzina per il mio motore… alle storie delle persone come me. Sono un po’ ermetica nei miei testi… forse perché guardo più nel profondo delle emozioni. Sono fatta così e sono orgogliosa di quello che sono. La passione e l’amore mi hanno sempre ispirato ad andare avanti e il dolore non mi ha mai permesso di demordere. Bisogna sempre vivere al massimo per non lasciar perse le occasioni. Ispirarsi e canalizzare tutto nelle giuste vibes porta sempre a qualcosa di buono.

One Love!


I became a musician thanks to suffering.

Negative thinking led me to approach music without too many problems.

I had a great desire to play with my voice, I sang everywhere, even in the middle of the street or sitting with friends at a bar table. I felt the constant need to feel strong and the music made me more vivid and lucid. When I was little my father died in a motorcycle accident. I inherited all his records including several Italian albums. In hindsight I think he was the first to have unknowingly inspired me. I believe that being a musician is also the consequence of sacrifices, of study and sweat, of experience on stage. We talk about travel, creative sharing, absolute freedom, preferring being rather than appearing. It inspired my life, good and bad experiences inspired me. He inspired my mother because she always believed in me despite all the difficult times we had to go through. I continue to be inspired by the blue sky, the sea, the criticisms - which are like fuel for my engine ... the stories of people like me. I am a bit hermetic in my lyrics ... perhaps because I look deeper into emotions. I am like that, and I am proud of who I am. Passion and love have always inspired me to move forward and the pain has never allowed me to give up. You always have to live to the fullest in order not to miss out on opportunities. Getting inspired and channeling everything into the right vibes always leads to something good.

One Love!


Quanti anni avevi quando hai iniziato a suonare?

How old were you when you started playing (music)?


Inizia a suonare il pianoforte a 13 anni ma un trasferimento improvviso mi fece interrompere il mio interesse per lo strumento in tempo zero. La prima volta che suonai un pianoforte fu da mia cugina. Lei insegnava a scuola ed era figlia del cugino primo del mio bisnonno. Pure suo padre era un musicista. Mia madre mi regalò una tastiera prima di iscrivermi a lezioni di piano. Mi divertivo moltissimo e mi mettevo le cuffie volando via tra una Marcia Turca ed un pezzo di Benny Hill. Devo dire che sono stata molto fortunata ad avere una famiglia che credesse in me, non è per niente scontato. Sono felice che mi abbiano spronato a credere che la Musica potesse diventare il mio faro luminoso durante le tempeste ed a dire il vero mi ha cambiato la vita in un modo meraviglioso.


I started playing the piano at 13 but a sudden move made me stop my interest in the instrument in no time. The first time I played a piano was at my cousin. She taught at school and was the daughter of my great-grandfather's first cousin. Her father was also a musician. My mother gave me a keyboard as a gift before signing up for piano lessons. I had a lot of fun and put on my headphones flying away between a Turkish March and a piece of Benny Hill. I must say that I was very lucky to have a family who believed in me, it is not at all obvious. I am happy that they encouraged me to believe that Music could become my lighthouse during storms and to be honest it changed my life in a wonderful way.


Come descriveresti la tua musica?

How would you describe your music?


La mia musica coglie le sfumature delle emozioni del nostro ‘’essere parte’’ della società moderna.

Racconto come mi sento all’interno della quotidianità, come elaboro le pulsioni della mia vita, come sento il mondo e da quello capisco pure cosa non mi piace. Oggi siamo proiettati in un presente che è il medioevo di una nuova era. Siamo soggetti a cose molto più subdole e grandi di quelle che immaginiamo e quindi cosa ci rimane se non la musica? Io credo di avere uno stile particolare che non a tutti può piacere e sono anche contenta così. Vorrei collegare le anime affini alla mia, vorrei dire a loro di non arrendersi dietro le difficoltà. D’altronde sono frutto dell’ascolto di buona musica, musica di rivoluzione – classica, pop, blues, rock, fusion, soul, elettronica; tutto che si fonde in un progetto che ha la sua psichedelia. Mi piace rimanere ‘’fedele alla linea’’ e cerco di lavorare in modo tale che ogni canzone abbia la sua casa di proprietà e la sua faccia originale.


My music captures the nuances of the emotions of our '' being part '' of modern society.

I tell how I feel in everyday life, how I process the impulses of my life, how I feel the world and from that I also understand what I don't like. Today we are projected into a present that is the Middle Ages of a new era. We are subject to much more subtle and bigger things than we imagine and so what are we left with but the music? I believe I have a particular style that not everyone can like and I'm also happy with it. I would like to connect similar souls to mine, I would like to tell them not to give up after difficulties. On the other hand, they are the result of listening to good music, revolutionary music - classical, pop, blues, rock, fusion, soul, electronic; all that merges into a project that has its own psychedelia. I like to stay '' true to the line '' and I try to work in such a way that each song has its own house and its original face.


Dove ti sei esibito? Hai dei prossimi concerti?

Where have you performed? Do you have any upcoming shows?


Mi sono esibita in tanti posti diversi. Ho fatto tanta gavetta e spero vivamente di non finirla mai. Ho suonato molte volte qui in Italia, in occasioni differenti e con vari progetti.

Ho suonato in alcuni premi e festival italiani, tra cui Bum Bum Festival, Festival Contro, Tenco Ascolta, Primo Maggio di Roma, Premio Lauzi, Premio Panseri, Club Tenco.

Ho aperto vari flagship Marina Rinaldi in Italia e nel mondo passando per Roma, Verona, Genova, Milano fino a Madrid, Londra ed Amsterdam.

Ho suonato a Londra per due anni nei Blues Bar e qualche anno fa anche a Malta e a New York.

La musica mi ha fatto sempre viaggiare e non solo con l’aereo! Avevo un tour che stava partendo prima che scoppiasse il primo lockdown ma ho bloccato tutto. Sto per ripartire alla grande e fra un po’ di tempo svelerò le date dei miei nuovi live. Non vedo l’ora!


I have performed in many different places. I have done a lot of apprenticeship and I sincerely hope to never finish it. I have played many times here in Italy, on different occasions and with various projects.

I have played in some Italian awards and festivals including Bum Bum Festival, Festival Contro, Tenco Listen, May Day of Rome, Lauzi Award, Panseri Award, Club Tenco.

I have opened various Marina Rinaldi flagships in Italy and around the world, passing through Rome, Verona, Genoa, Milan up to Madrid, London and Amsterdam.

I played in London for two years in Blues Bars and a few years ago also in Malta and New York.

Music has always made me travel and not just by plane! I had a tour that was starting before the first lockdown erupted but I blocked everything. I'm about to get off to a great start and in a little while I'll reveal the dates of my new lives. I cannot wait!


Dov'è il luogo del tuo concerto ideale?

Where is your ideal place to perform?


I concerti più belli della mia vita li ho vissuti sui prati e quindi un prato gigante e verde credo che rimanga il luogo ideale dove ascoltare musica. Una birra fredda, il sole e l’occhialata dark, la musica delle band - o di chiunque voglia esibirsi - sul palco, la presa bene e la gente che si sazia.

Gli alberi di contorno a te stesso che collassi sui fili d’erba sotto il cielo blu.

Un amico che ti abbraccia, un sorriso, condividere la vita vera.


I have lived the most beautiful concerts of my life on the meadows and therefore a giant and green lawn I think remains the ideal place to listen to music. A cold beer, the sun and dark glasses, the music of the bands - or anyone who wants to perform - on stage, the good grip and the people who are satisfied.

The trees that surround yourself collapsing on the blades of grass under the blue sky.

A friend who hugs you, a smile, sharing real life.


Qual è la tua canzone preferita da esibire?

What is your favorite song to perform?


La mia canzone preferita da esibire sarà nel nuovo disco e non vedo l’ora di farvela ascoltare.

Dico solo che sarà un bel pezzo di musica elettronica che vedrà la produzione artistica mia e del grande Lele Battista. Ancora una volta, sempre insieme!


My favorite song to perform will be on the new album and I can't wait to let you listen to it.

I'm just saying that it will be a beautiful piece of electronic music that will see the artistic production of me and the great Lele Battista. Once again, always together!


Quali musicisti famosi ammiri?

Which famous musicians do you admire?


I musicisti famosi che ammiro sono veramente tantissimi.

Il primo a cui ho pensato è Bob Marley ed è davvero il primo nome che mi è venuto in mente.

Robert Nesta Marley è morto da 40 anni ma ancora oggi tutti ascoltano le sue meraviglie discografiche. Ha ispirato intere generazioni e continuerà a farlo per sempre. La sua musica si è dedicata al tema della lotta contro l'oppressione politica e razziale e all'invito all'unificazione dei popoli come unico modo per raggiungere la libertà e l'uguaglianza. A pensarci bene capisco perché sia ancora così amato ed attuale.


The famous musicians that I admire are really so many.

The first one I thought of is Bob Marley and that's really the first name that came to mind.

Robert Nesta Marley has been dead for 40 years but still today everyone listens to his recording wonders. He has inspired generations and will continue to do so forever. His music was dedicated to the theme of the fight against political and racial oppression and to the invitation to the unification of peoples as the only way to achieve freedom and equality. Thinking about it I understand why he is still so loved and current.


Qual è il miglior consiglio che ti è stato dato?

What is the best advice you’ve been given?


I migliori consigli che mi siano mai stati dati sono stati questi: ‘’Non fare mai distinzione tra grande palco e piccolo palco’’, ‘’Quello per cui vieni criticato oggi potrebbe diventare il tuo punto di forza domani’’, ‘’Accetta te stesso’’, ‘’Non avere paura’’.


The best advice I've ever been given was these: ''Never distinguish between big stage and small stage”', ''What you are criticized for today could become your strength tomorrow'', ''Accept yourself'', ''Don't be afraid''.


Se potessi cambiare qualcosa nel settore della musica, quale sarebbe?

If you could change something about the Music Industry, what would it be?


Mi piacerebbe che si creasse più interesse sulla musica indipendente, quella che magari non rispecchia per forza i canoni del business. Non può esistere artista laddove c’è totale schiarimento emotivo. La vita di molti grandi della musica ha visto l’abuso di sostanze, disturbi del comportamento e altre mille condizioni nemiche che hanno generato liste infinite di canzoni incredibili che ancora oggi ascoltiamo e in cui ci rivediamo di continuo. Sono passati anni ma riviviamo le stesse strade, lo stesso periodo storico, gli stessi suoni disturbati e caldi delle registrazioni su nastro, il tempo meteorologico, la sofferenza di un’amore finito, gli anni 50/60/70/80/90/2000. E c’è chi ha creato notturni e adagi che ancora oggi riportano nelle vie di Vienna. Il desiderio più grande di un musicista è acquisire la capacità di crescere continuamente nel proprio mestiere ed è per questo che capisco perché non tutti riescano a condividere e veicolare la propria musica come vorrebbero. Io dei numeri me ne frego fino ad un certo punto perché sta tutto a chi ha il potere di poter commercializzare un disco piuttosto che un altro. Ricordo a tutti i colleghi che siamo fortunati perché alla fine possiamo scegliere molti rami differenti che ci permettono di lavorare con la musica. Alla fine, esistono tanti tipi di mercati diversi ed è da quello che si dovrebbe partire. Bisognerebbe creare spazi ancora più ampi di veicolazione culturale. La musica che si collega a tutto quello che ci circonda non può che giovare alla salute degli ascoltatori e ai futuri musicisti che sentono di dover vivere a stretto contatto con il proprio strumento, tanto da impazzire dalla passione che sentono. Deve esserci un fuoco alimentato dall’amor proprio, che ci faccia oltrepassare i confini più profondi dei nostri limiti, che ci faccia sentire orgogliosi di vivere la vita e di sentirci parte del mondo – con i nostri sogni e le nostre passioni. È troppo importante imparare come salvarsi e preservarsi. La musica ci regala una possibilità.


I would like more interest to be created in independent music, the one that perhaps does not necessarily reflect the canons of the business. An artist cannot exist where there is total emotional clearing. The lives of many music greats have seen substance abuse, behavioral disorders and a thousand other hostile conditions that have generated endless lists of incredible songs that we still listen to today and see each other over and over. Years have passed but we are reliving the same streets, the same historical period, the same disturbed and warm sounds of tape recordings, the weather, the suffering of a finished love, the 50s / 60s / 70s / 80s / 90s / 2000s. And there are those who have created nocturnes and adages that still carry over to the streets of Vienna today. The greatest desire of a musician is to acquire the ability to continually grow in his profession and that is why I understand why not everyone is able to share and convey their music as they would like. I don't care about the numbers up to a certain point because it's all up to those who have the power to be able to market one record rather than another. I remind all colleagues that we are lucky because in the end we can choose many different branches that allow us to work with music. In the end, there are many types of different markets and that is where you should start. Even wider spaces for cultural transmission should be created. Music that connects to everything around us can only benefit the health of listeners and future musicians who feel they have to live in close contact with their instrument, so much so that they are driven mad by the passion they feel. There must be a fire fueled by self-love, which makes us go beyond the deepest boundaries of our limits, which makes us feel proud to live life and feel part of the world - with our dreams and our passions. It is too important to learn how to save and preserve oneself. Music gives us a chance.


Qual è un messaggio che vorresti dare ai tuoi fan?

What is a message you would like to give to your fans?


Cari Fan, state seguendo cosa sta succedendo in Palestina?

State ascoltando le affermazioni di alcuni uomini di potere?

In questo paese non ci si può ancora amare liberamente.

Due uomini o due donne non possono essere identificati come possibili genitori.

Il nostro paese è prevalentemente un paese razzista e omofobo, lesbofobico e trasfobico.

Sono stanca di tutto questo. Vorrei che la pensaste come io, se vi piace la musica che faccio, e.… grazie per tutto l’affetto che riservate per me. Io vi voglio bene anche se non vi conosco tutti perché una linea invisibile ci lega e ci unisce. Non vedo l’ora di poter saltare con voi sopra e sotto il palco in un abbraccio mega come quello del Primo Maggio 2019.


Dear Fans, are you following what is happening in Palestine?

Are you listening to the statements of some men of power?

In this country, one cannot yet love freely.

Two men or two women cannot be identified as possible parents.

Our country is predominantly a racist and homophobic, lesbophobic and transphobic country.

I'm tired of all this. I would like you to think like me, if you like the music I make, and ... thank you for all the love you reserve for me. I love you even if I don't know you all because an invisible line binds us and unites us. I can't wait to be able to jump above and below the stage with you in a mega embrace like that of May 1st, 2019.


Qual è il prossimo per te? (Prossimo Progetto)

What’s next for you?


Il prossimo progetto sarà quello di far uscire nuovi pezzi, preparare un disco, suonare come se non ci fosse un domani! e avere coraggio. Nella vita non si sa mai, quasi tutto è imprevedibile.

Ciao Raffa Musica, stammi bene. Grazie per questo spazio! Un BIG HUG a tutti voi.

PEACE & LOVE!


The next project will be to release new songs, prepare a record, play like there is no tomorrow! and have courage. In life you never know, almost everything is unpredictable.

Hi Raffa Musica, take care. Thanks for this space! A BIG HUG to all of you.

PEACE & LOVE!



Instagram

Facebook



Translations have been edited for clarity

35 views0 comments