Search

Intervista con Noir | @noirdc (Italiano & English)



Nato nei primi anni '80, Noir è un produttore, autore, chitarrista e interprete italiano, originario della provincia di Cuneo. Nel 1997 ha fondato i Paranormal Misteria, una band death metal, con la quale ha registrato i suoi primi demo tapes. Il progetto è rimasto attivo fino al 2007, anno in cui ha fondato L'Ame Noire, avvicinando la direzione artistica del progetto al rock.


Nel 2010 la band ha pubblicato un EP dal titolo "Les Ames Noires", contenente 5 brani inediti e, allo stesso tempo, sono stati dedicati a suonare dal vivo che li hanno portati ad aprire una delle due date italiane della band finlandese, Poisonblack , quel novembre.


I live di L'Ame Noire nel 2012 si sono svolti in vari club e piazze di tutta Italia. Quell'agosto la band iniziò una collaborazione nella preproduzione del loro nuovo Ep con Valter Sacripanti (Nek, Cristicchi, Frankie Hi-Ngr, Ivan Graziani, Carlotta), dando un nuovo imprinting al sound de L'Ame Noire. L'album, intitolato "Il Deserto", è uscito il 24 giugno 2013, prodotto da Ettore Diliberto, edito da Top Records, e distribuito da Edel Italia su tutto il territorio nazionale. Il singolo "Il Deserto", da cui prende il nome il disco, è stato curato da Simon Gibson (vincitore di 2 Grammy Awards per la rimasterizzazione dell'opera omnia dei Beatles) agli Abbey Road Studios di Londra.


Durante la stagione concertistica 2013/2014, la band ha suonato diversi palchi in tutta la penisola, ed è stata inclusa anche in prestigiosi live act come "Notte delle Chitarre" e "Giants of Guitar", condividendo così il palco con Custodie Cautelari, Giuseppe Scarpato ( E.Bennato), Federico Poggipollini (Ligabue), Ricky Portera (L. Dalla, Stadio), Maurizio Solieri (Vasco Rossi), Alberto Radius (Battisti), oltre ad esportare la loro musica nella prestigiosa "Nambucca" di Londra.


Durante il viaggio londinese, la band è tornata agli Abbey Road Studios per l'incendio del singolo "Lo Specchio", che anticipava l'album omonimo. Il mastering del brano è nuovamente affidato a Simon Gibson, che riceve il premio di "miglior canzone originale" dai R.E.A. il 26 febbraio 2014, a Sanremo, durante lo spettacolo al Festival della Canzone Italiana. Anche il singolo "Lo Specchio" ha raggiunto il 36 ° posto nella classifica italiana M.E.I. ranking, rimanendo in classifica per oltre 12 settimane.


Il 1° luglio 2014 è uscito l'intero album "Lo specchio", edito da Top Records, e distribuito da Edel Italia su tutto il territorio nazionale. Il secondo singolo del disco, "Plastica", ha raggiunto il 46 ° posto nella classifica nazionale M.E.I. classifica. Le collaborazioni e le produzioni artistiche, che continuano ancora oggi, sono iniziate nel 2015. Noir ha lavorato con molte band e artisti della scena underground, tra cui Canone Inverso, Max LoBuono, The Beerers, Lapadit, Giuseppe Scarpato e Brennie.


Nel 2016 una nuova sfida lo porta ad intraprendere una carriera da solista, componendo e arrangiando, sotto la direzione artistica di Valter Sacripanti, dove crea i brani che compongono il suo primo disco da solista. Con Valter Sacripanti come batterista, Nicola Mazzucconi al basso (Ian Peace, Labirynth) e Massimo Ciocca alla chitarra solista (F.Renga), inizia a registrare.


Durante questo periodo, i Noir si affidarono ai "The Dirty Crayons" come band di supporto per i loro spettacoli dal vivo. Questa formazione lo ha accompagnato durante la stagione concertistica e nella promozione del primo singolo "Autodafè", uscito l'8 marzo 2018, e del successivo album "Paratechnicolor" uscito il 28 maggio 2018.


"Paratechnicolor" è entrato nella classifica generale e rock di iTunes (12 ° posto e 9 ° posto) il primo giorno di pubblicazione, ottenendo un buon riscontro di pubblico e collezionando ottime recensioni.


Il 6 marzo 2019 è uscito il nuovo singolo "Down", questa volta con una formazione diversa. Il suono del nuovo singolo include trame trip-hop, grunge e synthwave.


Il 3 aprile 2020, "Inhuman Pt 1" è stato pubblicato come canzone strumentale che ha visto la sua svolta finale nei territori elettronici spostando il suono su EBM e trip hop. Composto e prodotto da Noir, questo nuovo singolo faceva parte di una serie di canzoni che mirano a trasmettere il concetto di libertà nella società moderna. "Inhuman Pt 2" è stato rilasciato l'8 maggio 2020.


Il singolo più recente di Noir, "The mole is dead", è stato pubblicato il 31 luglio 2020.


Born in the early 1980’s, Noir is an Italian producer, author, guitarist, and interpreter, from the province of Cuneo. In 1997, he founded Paranormal Misteria, a death metal band, with whom he recorded his first demo tapes. The project was active until 2007, when he founded L'Ame Noire, turning the artistic direction of the project closer to rock.


In 2010, the band released an EP entitled "Les Ames Noires", containing 5 previously unreleased songs and, at the same time, were dedicated to playing live shows that led them to open one of the two Italian dates of the Finnish band, Poisonblack, that November.


L'Ame Noire’s live shows in 2012 were in various clubs and squares throughout Italy. That August, the band started a collaboration in the pre-production of their new Ep with Valter Sacripanti (Nek, Cristicchi, Frankie Hi-Ngr, Ivan Graziani, Carlotta), giving a new imprinting to the sound of L'Ame Noire. The album, entitled "Il Deserto", was released on June 24, 2013, produced by Ettore Diliberto, published by Top Records, and distributed by Edel Italia throughout the national territory.


The single "Il Deserto," for which the disc is named, was curated by Simon Gibson (winner of 2 Grammy Awards for the remastering of the Beatles' omnia work) at Abbey Road Studios in London.

During the 2013/2014 concert season, the band played several stages throughout the peninsula, and was also included in prestigious live acts such as "Notte delle Chitarre" and "Giants of Guitar", thus sharing the stage with Custodie Cautelari, Giuseppe Scarpato (E.Bennato), Federico Poggipollini (Ligabue), Ricky Portera (L. Dalla, Stadio), Maurizio Solieri (Vasco Rossi), Alberto Radius (Battisti), as well as exporting their music to the prestigious "Nambucca" in London.


During the London trip, the band returned to Abbey Road Studios for the burning of the single "Lo Specchio," which anticipated the album of the same name. The mastering of the song is again entrusted to Simon Gibson, and it receives the award for "best original song" from R.E.A. on February 26, 2014, in Sanremo, during the performance at the Italian song festival. The single "Lo Specchio" also reached 36th place in the Italian M.E.I. ranking, remaining on the charts for over 12 weeks.


On July 1, 2014, the whole album "Lo specchio" was released, published by Top Records, and distributed by Edel Italia throughout the national territory. The second single from the disc, "Plastica," reached 46th place in the national M.E.I. ranking. Collaborations and artistic productions, which continue to this day, began in 2015. Noir worked with many bands and artists from the underground scene, including Canone Inverso, Max LoBuono, The Beerers, Lapadit, Giuseppe Scarpato, and Brennie.


In 2016, a new challenge led him to embark on a solo career, composing and arranging, under the artistic direction of Valter Sacripanti, where he created the songs that composed his first solo record. With Valter Sacripanti as drummer, Nicola Mazzucconi on bass (Ian Peace, Labirynth), and Massimo Ciocca on lead guitar (F.Renga), he started to record.


During this time, Noir relied on "The Dirty Crayons" as a backing band for their live shows. This line-up accompanied him during the concert season, and in the promotion of the first single "Autodafè," released on March 8, 2018, and the subsequent album "Paratechnicolor" released on May 28, 2018.


"Paratechnicolor" entered the general and rock sales chart of iTunes (12th place and 9th place) on the first day of publication, obtaining good audience feedback and collecting excellent reviews.

On March 6, 2019, the new single "Down" was released, this time with a different line-up. The sound of the new single includes trip-hop, grunge, and synthwave textures.


On April 3, 2020, "Inhuman Pt 1" was released as an instrumental song that saw its final breakthrough in electronic territories by moving the sound to EBM and trip hop. Composed and produced by Noir, this new single was part of a series of songs that aim to convey the concept of freedom in modern society. "Inhuman Pt 2" was released on May 8, 2020.


Noir’s most recent single, “The mole is dead,” was released on July 31, 2020.


Cosa ti ha ispirato a diventare un musicista?

What inspired you to become a musician?


La “chiamata” è arrivata circa a 12 anni, andai in una domenica di settembre a Torino, accompagnato da mia madre. Ci infilammo in quello che all’epoca era uno dei più grandi negozi di dischi della città, “Ricordi”.

Mia madre, sotto mie forti insistenze, mi comprò due cassette, “Piece of Mind” degli Iron Maiden e “Burn My Eyes” dei Machine Head.

Arrivato a casa le infilai velocemente nel mangianastri, e fu in quel momento che capii che cosa avrei voluto fare da “grande”.

The "call" came about 12 years old, I went on a Sunday in September to Turin, accompanied by my mother. We slipped into what was then one of the largest record stores in the city, "Ricordi"

My mother, under my strong insistence, bought me two tapes, Iron Maiden's "Piece of Mind" and Machine Head's "Burn My Eyes."

When I got home, I quickly slipped them into the heart-eater, and it was at that moment that I realized what I wanted to do when I was "great."

Quanti anni avevi quando hai iniziato a suonare?

How old were you when you started playing (music)?


12


Come descriveresti la tua musica?

How would you describe your music?

La parola che definisce meglio la mia musica è sicuramente “ricerca”. Sono, per natura curioso, mi piace sperimentare sempre cose e soluzioni nuove.

Quando chiudo un brano, o un disco, quello è il momento per me di pensare a che cosa succederà dopo, in quale direzione, per me nuova, mi voglio dirigere.

La musica è un percorso intimo, e per quanto mi riguarda, di intima crescita personale.

Attraverso l’evolvere della mia musica, evolvo, al contempo, anche io come essere umano.

Si spera sempre in meglio. :)

Il mio percorso di ricerca artistica e personale terminerà esclusivamente quando sarà terminata la mia vita sulla terra.

The word that best defines my music is definitely "research". I am, by nature curious, I always like to experiment with new things and solutions.

When I close a song, or a record, that's the time for me to think about what's going to happen next, in which direction, new to me, I want to direct.

Music is an intimate path, and as far as I'm concerned, of intimate personal growth.

Through the evolution of my music, I evolve, at the same time, also as a human being.

It's always hoping for the better. :)

My artistic and personal research path will end only when my life on earth is over.

Dove ti sei esibito? Hai dei prossimi concerti?

Where have you performed? Do you have any upcoming shows?


Fare l’elenco dei posti in cui ho suonato durante la mia vita artistica sarebbe un pochino ostico.

Nemmeno io li ricordo tutti. In generale ho avuto parecchie esperienze a livello di band, prima con i Paranormal Misteria (death metal) poi, con i L’Ame Noire (rock) con i quali ho avuto la possibilità di aprire concerti in tutta Italia e all’estero, al fianco di grandi chitarristi italiani quali Solieri (Vasco), Portera (Dalla, Stadio), Scarpato (Bennato), Poggipollini (Ligabue) all’interno del format “Notte delle Chitarre” ideato da Ettore Diliberto, produttore e musicista che curò la produzione dei due dischi de L’Ame Noire “Il Deserto” (2013), e “Lo Specchio” (2015) In questi due anni passati mi sono preso il tempo per poter studiare ed approfondire nuovi strumenti e nuove tecniche, pertanto, lasciato un attimo da parte tutta la parte live. Sarebbe stata mia intenzione riprendere l’attività live in primavera, ma come sappiamo non è stato possibile.

Il 2020 è un anno nero per quanto riguarda gli spettacoli in generale (senza contare il disastro sanitario, cosa molto più importante).

Tornerò live nel 2021, Covid permettendo.

Making the list of places I've played during my artistic life would be a bit difficult.

I don't even remember them all. In general I had several experiences at band level, first with Paranormal Misteria (death metal) then, with L'Ame Noire (rock) with whom I had the opportunity to open concerts throughout Italy and abroad, alongside great Italian guitarists such as Solieri (Vasco), Portera (Dalla, Stadio), Scarpato (Bennato), Poggipollini (Ligabue) within the format "Notte delle Chitarre" designed by Ettore Diliberto , producer and musician who edited the production of the two albums of L'Ame Noire "Il Deserto" (2013), and "Lo Specchio" (2015) In these past two years I have taken the time to be able to study and deepen new instruments and new techniques, therefore, left the whole live part aside for a moment. It would have been my intention to resume live activity in the spring, but as we know it was not possible.

2020 is a black year in terms of shows in general (not to mention the health disaster, which is much more important).

I will be back live in 2021, Covid permitting.

Dov'è il luogo del tuo concerto ideale?

Where is your ideal place to perform?


Qualunque luogo, non esiste un posto ideale, almeno per me, dove esibirmi. La musica è un linguaggio universale, i luoghi sono solo un contorno. Sopratutto per la mia identità artistica odierna, posso permettermi, essendo un artista singolo, di esibirmi in qualunque luogo, in qualsiasi momento. Uno dei live, a livello di location, più belli che mi sia capitato di fare è stato in Calabria, palco montato in spiaggia, fronte mare.


Wherever, there is no ideal place, at least for me, to perform. Music is a universal language, places are just a contour. Especially because of my artistic identity today, I can afford, being a single artist, to perform anywhere, anytime. One of the most beautiful live shows, at location level, that I happened to do was in Calabria, stage mounted on the beach, facing the sea.

Qual è la tua canzone preferita da esibire?

What is your favorite song to perform?


Inhuman pt.2. Credo sia il brano che musicalmente e testualmente sia più rappresentativo del mio pensiero odierno. Si ritorna a parlare del concetto di evoluzione, di quanto la direzione intrapresa dall’umanità in questi anni poco mi stia cucita addosso. Inhuman è una sorta di manifesto, il cui punto cardine può essere racchiuso in questa frase: “Se l’umanità va in una direzione che non mi piace, cerco io stesso la soluzione alternativa che vada bene per me” Questo concetto, per quanto mi riguarda, è fondamentale. Al posto di voler per forza cambiare i sistemi, che sono entità, praticamente, monolitiche, semplicemente, si puo’ cambiare direzione in cui camminare e crearsi la propria di strada. E’ una cosa che tutti possiamo fare, non c’è bisogno di qualche “ricetta miracolosa” o di qualche “santone”.

E’ solo questione di volontà e consapevolezza di ciò che vogliamo sia la nostra vita. Non esiste giusto o sbagliato in questo contesto, è una scelta. Come tante altre, che, come tante altre, può farti prendere direzioni e strade, spesso, inaspettate.


Inhuman pt.2. I think it's the song that musically and literally is more representative of my thinking today. We return to the concept of evolution, how much the direction taken by humanity in recent years is not sewing on me. Inhuman is a kind of manifesto, the pivotal point of which can be enclosed in this sentence: "If humanity goes in a direction that I do not like, I myself look for the alternative solution that is good for me" This concept, as far as I am concerned, is fundamental. Instead of necessarily wanting to change the systems, which are practically monolithic entities, you can simply change the direction in which to walk and create your own way. It is something that we can all do, there is no need for some "miracle recipe" or some "santone".

It's just a matter of will and awareness of what we want our lives to be. It doesn't exist right or wrong in this context, it's a choice. Like so many others, which, like so many others, can make you take directions and often unexpected roads.

Quali musicisti famosi ammiri?

Which famous musicians do you admire?


Un sacco. Forse troppi.

I Beatles su tutti. L’unica band nella storia ad essere riuscita a cambiare il modo di vivere delle persone. Loro hanno davvero fatto una rivoluzione sociale in 8 ore di musica, tanto è lunga la loro discografia.

Nessun altro ha avuto fino ad oggi questo peso sociale, nonchè, naturalmente, musicale. Ce ne sono assolutamente molti altri Robert Smith dei Cure, un songwriter molto sottovalutato, James Hetfield, David Bowie, Richard Devine.

Ce ne sono comunque moltissimi altri. L’elenco sarebbe chilometrico. Sono un buon fruitore di musica di qualunque genere essa sia. Mi piace ascoltare sia il black metal più oscuro, ma anche la musica tradizionale giapponese. Con tutto quello che ci può passare in mezzo. L’unica discriminante che ho, in fatto di arte in generale, è il mio gusto personale.


A lot. Maybe too many.

The Beatles on everyone. The only band in history to have been able to change people's way of life. They really made a social revolution in 8 hours of music, so long is their discography.

No one else has had this social weight to date, as well as, of course, musical. There are absolutely many others Robert Smith of the Cure, a very underrated songwriter, James Hetfield, David Bowie, Richard Devine.

There are, however, many others. The list would be miles. I am a good user of music of whatever kind it is. I like to listen to both darker black metal, but also traditional Japanese music. With everything you can get through. The only discriminator I have, in the matter of art in general, is my personal taste.

Qual è il miglior consiglio che ti è stato dato?

What is the best advice you’ve been given?


Credo riguardi l’importanza dell’essere umili. Sopratutto in un mestiere come quello del musicista, l’umiltà, a mio parere, è un ingrediente fondamentale. Se ti senti già arrivato, la tua mente non è propensa a pensare di dover imparare qualcosa. Essere curiosi ed affamati di conoscenza è un ottimo modo per imparare e migliorarsi costantemente.

Tenere gli occhi aperti, la mente libera è il primo passo, il secondo è quello di saper accettare critiche e porte in faccia, facendo tesoro di quelle esperienze. Il mondo dell’arte in generale è molto difficile, tocca essere preparati. Naturalmente, tutto questo, è imprescindibile dallo studio della materia.


I think it's about the importance of being humble. Especially in a profession like that of the musician, humility, in my opinion, is a fundamental ingredient. If you feel already arrived, your mind is not inclined to think you need to learn something. Being curious and hungry for knowledge is a great way to constantly learn and improve.

Keeping your eyes open, the free mind is the first step, the second is to be able to accept criticism and doors in the face, taking advantage of those experiences. The art world in general is very difficult, it's time to be prepared. Of course, all this is essential from the study of the subject.

Se potessi cambiare qualcosa nel settore della musica, quale sarebbe?

If you could change something about the Music Industry, what would it be?


Non cambierei nulla.

A mio avviso la questione va vista sotto un altro profilo. Se un certo tipo di ambiente, che sia professionale o meno, non ti piace, a quale pro spendere energie e tempo per cercare di lottare contro qualcosa o qualcuno che non puoi battere. Il mio punto di vista è differente, non voglio cambiare nulla che già c’è, credo sia molto più costruttivo cercare nuove soluzioni a vecchi problemi, piuttosto che combattere tali problemi con le stesse, vecchie, modalità che non hanno mai funzionato.

Questo è un pratico esempio della “filosofia” Inhuman. Semmai, uno dei problemi più grandi di oggi, è la mancanza di curiosità e cultura musicale da parte dell’ascoltatore medio.

Ci si accontenta di quello che viene proposto dai grandi network, lamentandosi immediatamente dopo, della scarsa qualità delle proposte.

E’ questione di volontà, oggi si hanno tutti i mezzi necessari e comodi, per poterci cercare la musica che vogliamo ascoltare. Di qualunque tipo.

Se non si ha la voglia di fare questo genere di ricerche, beh, le lamentele non hanno nessun valore.

Oggi manca la curiosità, in generale, siamo troppo abituati alle varie comodità che la tecnologia ci mette a disposizione, il mondo si è svegliato un giorno, molto più pigro di quanto già non fosse.

Per ricollegarmi alla domanda, non cambierei nulla, vado per la mia strada, continuando a cercare e sperimentare.

Il resto per me non ha valore, come chi lo sostiene.


I wouldn't change anything.

In my opinion, this issue should be viewed from another point of view. If a certain type of environment, whether professional or not, you don't like it, what pro spend energy and time trying to fight against something or someone you can't beat. My point of view is different, I do not want to change anything that already exists, I think it is much more constructive to look for new solutions to old problems, rather than to combat these problems with the same, old, methods that have never worked.

This is a practical example of inhuman "philosophy". If anything, one of today's biggest problems is the lack of curiosity and musical culture on the part of the average listener.

We are satisfied with what is proposed by the big networks, complaining immediately afterwards, about the poor quality of the proposals.

It is a question of will, today we have all the necessary and comfortable means, to be able to look for the music we want to listen to. Of any kind.

If you don't feel like doing this kind of research, well, complaints have no value.

Today there is a lack of curiosity, in general, we are too used to the various comforts that technology makes available to us, the world woke up one day, much lazy than it already was.

To reconnect with the question, I would not change anything, I go my way, continuing to search and experiment.

The rest for me has no value, like those who support it.

Qual è un messaggio che vorresti dare ai tuoi fan?

What is a message you would like to give to your fans?


I messaggi che voglio dare a chi mi segue sono tutti nei miei brani.

Parlo attraverso di essi.


The messages I want to give to those who follow me are all in my songs.

I speak through them.

Qual è il prossimo per te? (Prossimo Progetto)

What’s next for you?


Ho molti progetti in cantiere, il 2020 non è un anno facile, ma questo stop forzato mi ha permesso di concentrarmi sulle prossime mosse che vorrò fare.

Sicuramente nel 2021 tornerò live, sia come artista singolo che all’interno di alcune situazione che per ora mantengo “segrete”. Ci sarà da divertirsi, questo è certo.


I have many projects in the pipeline, 2020 is not an easy year, but this forced stop has allowed me to focus on the next moves I want to make.

Surely in 2021 I will be back live, both as a single artist and within some situations that I keep "secret" for now. There will be fun, that's for sure.

Instagram

Facebook

Translations have been edited for clarity

12 views0 comments

Recent Posts

See All