Search

Intervista con Nylon | @nylonofficial (Italiano & English)



“È un vero e proprio teatro magico per anime solitarie, quello che portano in scena i pavesi Nylon. Un teatro in cui, sotto lo sguardo benevolo di Tom Waits, fra chitarre e violoncello, s’intrecciano rock, folk e canzone d’autore per raccontare storie che odorano di smarrimento, sbronze, artisti derelitti, bettole di provincia e nottate infinite”.


Questa è la definizione che lo scrittore Paolo Bonfanti da dei Nylon.


Il progetto orbita intorno a Filippo Milani (voce), Davide Montenovi (chitarre) e Adriano Cancro (violoncello). La band si esibisce in versione “full band” avvalendosi della collaborazione di Roberto Re (basso) e Fabio Mi-nelli (batteria), oppure in versione trio in contesti più intimi. Lo spettacolo accosta testi che attingono a piene mani dal genere del cantautorato, sporcato musicalmente da influenze dei generi più disparati: rock, pop, jazz, musica gitana, balcanica. Il risultato è un variopinto ventaglio di canzoni che sul palco prendono vita in virtù dell’impronta teatrale che la band da allo spettacolo, caratteristica distintiva dello stile dei Nylon.


I Nylon hanno aperto i concerti di vari artisti, fra cui Max Manfredi, le Luci della Centrale Elettrica, Roberto Ange-lini, Omar Pedrini, Alessandro Grazian. Nel 2016 è uscito Antipasto Crudo, EP di quattro canzoni distribuito esclusivamente ai concerti. Nel 2018/19 è prevista l’uscita del primo album della band, in concomitanza con il videoclip de L’Indecente, primo singolo dell’album. Nel 2018 la band vince Rock Targato Italia. Nello stesso anno vince il premio della Fondazione Estro Musicale con la canzone Niente da Aggiungere. Nel 2020 esordisce al Teatro Carbonetti con “Sul filo dei Nylon”, spettacolo di arti formative in collaborazione con 12 fra acrobati, giocolieri, ballerini e attori., per la regia di Tiziano Rossi.


L'ultimo singolo di Nylon, "Una casa per Spazio", è stato pubblicato il 29 gennaio 2021.



"It is a real magical theater for solitary souls, the one that Pavesi group Nylon brings to the stage. A theater in which, under the benevolent gaze of Tom Waits, between guitars and cello, rock, folk and author's song intertwine to tell stories that smell of bewilderment, hangovers, derelict artists, provincial taverns and endless nights".


This is the definition that the writer Paolo Bonfanti says about Nylon.


The project orbits Filippo Milani (vocals), Davide Montenovi (guitars) and Adriano Cancro (cello). The band performs in a "full band" version using the collaboration of Roberto Re (bass) and Fabio Mi-nelli (drums), or in a trio version in more intimate contexts. The show combines texts that draw with full hands from the genre of singer-songwriter, musically soiled by influences of the most diverse genres: rock, pop, jazz, Gypsy, Balkan music, ... The result is a colorful range of songs that come to life on stage by virtue of the theatrical imprint that the band give to the show, a distinctive feature of Nylon's style.


Nylon has opened concerts by various artists, including Max Manfredi, luci della Centrale Elettrica, Roberto Ange-lini, Omar Pedrini, Alessandro Grazian. In 2016 "Antipasto Crudo," an EP of four songs distributed exclusively at concerts, was released. In 2018/19, the band's first album was scheduled to be released, coinciding with the music video for "L'Indecente,” the album's first single. In 2018 the band won Rock Targato Italia. In the same year it won the award of the Fondazione Estro Musicale with the song Niente da Aggiungere. In 2020 it debuted at the Teatro Carbonetti with "Sul filo dei Nylon," a show of formative arts in collaboration with 12 acrobats, jugglers, dancers, and actors., directed by Tiziano Rossi.


Nylon's latest single, "Una casa per Spazio," was released on January 29, 2021.


Come si è formato il tuo gruppo?

How was your group formed?


Il gruppo nasce da me, Filippo, e Davide (chitarrista). Ci siamo incontrati ai concerti delle scuole ai tempi del liceo e da lì è nata un sodalizio che però comprendeva solo cover. Quando poi, circa cinque anni fa, abbiamo cominciato a scrivere i nostri brani abbiamo sentito l'esigenza di aggiungere un "accento" in più al nostro suono e dopo aver provato diversi musicisti, Adriano con il suo violoncello ci è sembrato la scelta migliore. Da lì in poi abbiamo assunto la nostra identità e spesso ci avvaliamo anche della collaborazione di Roberto Re al basso e Fabio Minelli alla batteria come componenti aggiuntivi per i concerti "in grande"... sperando di ricominciare presto a farli.


The group was created by me, Filippo, and Davide (guitarist). We met at the school concerts at high school and from there a partnership was born but it included only covers. Then, about five years ago, we started writing our songs we felt the need to add an extra "accent" to our sound and after trying several musicians, Adriano with his cello seemed to us the best choice. From then on we assumed our identity and often we also avail ourselves of the collaboration of Roberto Re on bass and Fabio Minelli on drums as add-ons for the "big" concerts... hoping to start making them again soon.


Dove ti è venuta l'idea del nome, Nylon?

Where did you get the idea of ​​the name, Nylon?


Questa è una domanda che ci fanno tutti e tutti restano stupiti della risposta, anzi, delle risposte. Infatti, ci sono ben tre versioni della storia: La mia versione, per cui volevo un nome un po' sexy e che richiamasse l'immaginario un po' decadente. Inoltre, ai tempi c'era una ragazza che dopo ogni concerto mi lasciava una sua autoreggente. La versione di Davide, per cui "nylon" richiamava il suono caldo delle corde della chitarra classica e visto che ai tempi le nostre cover erano delle rivisitazioni in chiave acustica di classici del rock, il nome a lui pareva calzante. Ma adesso arriva la VERSIONE LEGGENDARIA che nasce dopo una serata in un locale dove, finito il concerto, un ragazzo "alticcio" si avvicina a noi e ci dice: "Ho capito perché vi chiamate Nylon, è un acronimo di Now You Lick Our Nipples" (Ora voi ci leccate i capezzoli). Io e Davide ci siamo guardati e siamo scoppiati a ridere ma naturalmente una definizione così bella non poteva finire lì, allora, per fare in modo che la leggenda proseguisse, gli abbiamo detto che era assolutamente vero ma di non dirlo a nessuno. Alla fine, con la versione leggendaria, ci abbiamo fatto anche gli adesivi della band.


This is a question that everyone asks us and everyone is amazed at the answer, indeed the answers. In fact, there are three versions of the story: My version, so I wanted a bit sexy name and that recalled the somewhat decadent imagery. Also, at the time there was a girl who after each concert left me a self-regent of hers. Davide's version, for which "nylon" recalled the warm sound of classical guitar strings and since at the time our covers were acoustic reinterpretations of rock classics, the name seemed fitting to him. But now comes the LEGENDARY VERSION that was born after an evening in a club where, after the concert, a "tall" boy approaches us and tells us: "I understand why you call yourself Nylon, it is an acronym for Now You Lick Our Nipples". Davide and I looked at each other and burst out laughing but of course such a beautiful definition could not end there, then, to make sure that the legend continued, we told him that it was absolutely true but not to tell anyone. In the end, with the legendary version, we also made the band stickers.


Come viene scritta la tua musica?

How is your music written?


Siamo io e Davide a scrivere, sia singolarmente che insieme. Abbiamo uno stile molto affine e spesso chi ci ascolta non riesce a dare una paternità definita alle canzoni. Naturalmente si tende a pensare e ad identificare il cantante con il testo di un brano e io ci tengo molto all'interpretazione quindi è un tranello voluto. In linea di massima io mi sento molto più ferrato sulla scrittura dei testi mentre Davide è un arrangiatore eccezionale. Reputo i Nylon, molto ben assortiti.


David and I write, both individually and together. We have a very similar style and often those who listen to us fail to give a definite fatherhood to the songs. Of course there is a tendency to think and identify the singer with the lyrics of a song and I care a lot about the interpretation so it is a wanted trap. In principle I feel much more focused on writing lyrics while Davide is an exceptional arranger. I consider nylons, very well assorted.


Come descriveresti la tua musica a un nuovo ascoltatore?

How would you describe your music to a new listener?


Ci siamo creati la definizione di Musica Cruda, per evitare la definizione inflazionata di "cantautorato" o "musica folk". La nostra musica è un percorso, un vero sodalizio tra musica, testo e performance. MI piace pensare che canticchiando una nostra canzone, chi lo fa senta il sapore in bocca della nostra musica.

We created the definition of Raw Music, to avoid the inflated definition of "singer-songwriter" or "folk music". Our music is a path, a true partnership between music, text and performance. I like to think that by humming one of our songs, those who do feel the taste in the mouth of our music.


Quale immagine pensi che trasmetta la tua musica?

What image do you think your music conveys?


Dovresti chiederlo ai nostri ascoltatori, penso di essere troppo

di parte. Ti posso citare la definizione di Paolo Bonfanti, un giornalista che ci aveva sentito suonare la sera che abbiamo vinto Rock Targato Italia: “È un vero e proprio teatro magico per anime solitarie, quello che portano in scena i pavesi Nylon. Un teatro in cui, sotto lo sguardo benevolo di Tom Waits, fra chitarre e violoncello, s’intrecciano rock, folk e canzone d’autore per raccontare storie che odorano di smarrimento, sbronze, artisti derelitti, bettole di provincia e nottate infinite. “Penso abbia colto nel segno.”


You should ask our listeners; I think I'm too of the part. I can quote you the definition of Paolo Bonfanti, a journalist who had heard us play on the evening that we won Rock Targato Italia: "It is a real magical theater for lone souls, the one that the Nylon pavesi bring to the stage. A theatre in which, under the gaze benevolent by Tom Waits, between guitars and cello, rock, folk and author's song intertwine to tell stories that smell of bewilderment, hangovers, derelict artists, provincial bettoles and endless nights. "I think he hit the nail on the head."


Quali altre band ispirano la tua musica?

What other bands inspire your music?


Essendo in due a comporre abbiamo un range di influenze piuttosto ampie

che vanno dalla musica manouche al Brit-pop dei Pulp, da Vinicio Capossela ai Nirvana e continuiamo ad ascoltare musica nuova o vecchi album. Penso che l'ispirazione possa arrivare da ogni spunto e da ogni contaminazione, non-solo musicale.


Being two to compose we have a rather wide range of influences ranging from manouche music to Pulp Brit-pop, from Vinicio Capossela to Nirvana and we continue to listen to new music or old albums. I think inspiration can come from every cue and contamination, not just musical.


Dove ti sei esibito?

Where have you performed?


Abbiamo girato per la Lombardia, Piemonte, Liguria ed Emilia... non ci siamo mai tirati indietro di fronte ad un pubblico. Abbiamo aperto concerti di artisti importanti come Vasco Brondi, Roberto Angelini, Alessandro Grazian e Max Manfredi ma una menzione particole va sicuramente al nostro concerto teatrale al Teatro Carbonetti di Broni dove abbiamo portato in scena un concerto con acrobati, attori, clown, equilibristi, ballerine di burlesque e giocolieri, il tutto perché il messaggio di ogni canzone venisse rappresentato in scena. Ad oggi considero quel concerto come il momento più alto della mia carriera.


We traveled around Lombardy, Piedmont, Liguria and Emilia... we never backed down in front of an audience. We opened concerts by important artists such as Vasco Brondi, Roberto Angelini, Alessandro Grazian and Max Manfredi but a particular mention certainly goes to our theatrical concert at the Teatro Carbonetti in Broni where we staged a concert with acrobats, actors, clowns, equilibrists, burlesque dancers and jugglers, all so that the message of each song was represented on stage. To date, I see that concert as the highest moment of my career.


Come descriveresti una tipica giornata in studio?

How would you describe a typical day in the studio?


Lo studio è una dimensione a cui sono un po' riluttante, mi piace vedere nascere una canzone e vedere che prende forma ma sono molto poco tecnico e qui subentra Davide che invece si diverte un sacco insieme a Fabio (il nostro fonico e batterista) a trovare sempre soluzioni originali e mai scontate. Io preferisco decisamente lo stare sul palco e le interviste.


The studio is a dimension to which I am a little reluctant, I like to see a song born and see that it takes shape but I am very untechnical and here david takes over who instead has a lot of fun together with Fabio (our phonic and drummer) to always find original solutions

and never taken for granted. I definitely prefer to be on stage and interviews.


A cosa stai lavorando adesso?

What are you working on right now?


Prima dell'emergenza Covid saremmo dovuti entrare in studio per registrare il nuovo album ma purtroppo è stato tutto posticipato. Abbiamo pronte delle demo che manderemo alle case discografiche e ai produttori per capire se possono nascere collaborazioni e nel frattempo continuiamo a scrivere. La canzone "Una casa per Spazio" è nata proprio in questo periodo, appena ho saputo che Spaziomusica avrebbe chiuso, mi sono sentito in dovere di far sentire la mia voce. Spaziomusica è un locale che ha fatto la storia di Pavia e non solo, ci hanno suonato mostri sacri del blues e del cantautorato italiano e straniero, per noi era un po' una seconda casa, un palco che ci ha sempre chiesto molto ma ci ha restituito grandi soddisfazioni. In attesa che la situazione migliori, sto continuando a scrivere. Penso che ad emergenza finita pubblicheremo un cofanetto.


Before the Covid emergency we should have entered the studio to record the new album but unfortunately everything was postponed. We have demos ready that we will send to record companies and producers to see if collaborations can be born and in the meantime we continue to write. The song "A house for space" was born just this time, as soon as I knew that Spaziomusica would close, I felt compelled to make my voice heard. Spaziomusica is a place that made the history of Pavia and not only, sacred monsters of italian and foreign blues and cantautorato played us, for us it was a bit of a second home, a stage that always asked us a lot but gave us great satisfaction. Waiting for the situation to improve, I'm continuing to write. I think after the emergency, we're going to release a box set.


Cosa fate quando non suonate?

What do you do when you're not playing?


Abbiamo un sacco di interessi che vanno dalla fotografia alla lettura, dalla cucina alla lettura. Tutti hobby che dovendo stare in casa, ci aiutano a passare il tempo ma la musica ha sempre un ruolo primario nelle nostre giornate che sia ascoltare un disco, leggere dei testi (adoro l'aneddotica dietro le canzoni) o anche solo riguardare dei vecchi concerti (sono un collezionista di DVD musicali... lo so, fa molto retrò) la musica è sempre una costante anche quando non suoniamo.

We have a lot of interests ranging from photography to reading, from the kitchen to reading. All hobbies that having to stay at home, help us to pass the time but music always has a primary role in our days whether it is listening to a record, reading lyrics (I love the anecdotal behind the songs) or even just about old concerts (I am a collector of music DVDs... I know, it's very retro) music is always a constant even when we don't play.

Website

Instagram

Facebook

Translations have been edited for clarity


2 views0 comments

Recent Posts

See All