Search

Intervista con Sirente | @siamoisirente (Italiano & English)



I Sirente sono una band italiana composta da Jonathan Di Felice (voce), Matteo Fontana (batteria) e fratelli Valerio (chitarra) e Riccardo Giuliani (basso). I quattro ragazzi abruzzesi sono profondamente legati alle proprie radici, con in mano la passione per la musica e il comune sentimento di appartenenza al territorio. Questo li ha portati a incontrare e formare la band, ispirati dalla forza e dalla resilienza della terra da cui provengono. Il Sirente, una delle vette del monte che sovrasta la città natale del gruppo, L'Aquila, è diventato un guardiano silenzioso e imponente che veglia su un nuovo inizio. Non solo materiali, ma gli eventi emotivi e storici che hanno segnato la città nel 2009.


"'Vivi a Domani', [il nuovo singolo di Sirente], parla di quel futuro che ci sembrava mancasse fin dalla tenera età", scrive Riccardo Giuliani, membro più giovane della band e autore della canzone, "Eravamo tra i 9 e 14 anni quando siamo stati colpiti dal terremoto e tutto era sospeso, come se il futuro per noi non potesse più venire. La 'Lei' della canzone non è una donna, è musica, che ha continuato ad amarci e proporci un futuro possibile, prossimo e tangibile ".


"Vivi a Domani", è stato rilasciato il 20 novembre 2020.



Sirente is an Italian band consisting of Jonathan Di Felice (vocals), Matteo Fontana (drums), and brothers Valerio (guitar) and Riccardo Giuliani (bass). The four Abruzzo boys are deeply linked to their roots, holding a passion for music and the common feeling towards belonging to the territory. This led them to meet and form the band, inspired by the strength and resilience of the land from which they come. Sirente, one of the peaks of the mountain that overlooks the group’s hometown, L'Aquila, became a silent and imposing guardian who watches over a new beginning. Not only material, but the emotional and historical events that marked the city in 2009.


"‘Vivi a Domani,’ [Sirente’s new single], talks about that future that seemed to us to be missing from an early age," writes Riccardo Giuliani, younger member of the band and author of the song, "We were between 9 and 14 years old when we were hit by the earthquake and everything was suspended, as if the future for us, could no longer come. The ‘She’ of the song is not a woman, it is music, which has continued to love us and propose us a possible future, near and tangible."


“Vivi a Domani,” was released on November 20, 2020.


Come si è formato il tuo gruppo?

How was your group formed?


Jonathan: Salve! Grazie a Raffa Musica per questo spazio. Il gruppo si forma nel 2016, grazie a un incontro casuale con i fratelli Giuliani (Riccardo il bassista e Valerio il chitarrista) in un Contest musicale che si svolgeva nella nostra città a L’Aquila, io mi esibivo come solista interprete e loro si presentavano con il loro progetto “The Shades” che scriveva brani in inglese. Entrai a farne parte come cantante pochi mesi dopo, e successivamente incontrammo Matteo (o Billy).


Jonathan: Hello! Thanks to Raffa Musica for this space. The group was formed in 2016, thanks to a chance meeting with the Giuliani brothers (Riccardo the bassist and Valerio the guitarist) in a musical contest that took place in our city in L'Aquila, I performed as an interpreter soloist and they presented themselves with their project "The Shades" which wrote songs in English. I joined as a singer a few months later, and then we met Matteo (or Billy).


Dove ti è venuta l'idea del nome, Sirente?

Where did you get the idea of ​​the name, Sirente?


Valerio: Un pomeriggio di quest’estate, mentre facevamo aperitivo in un bar di Rocca di mezzo, mio paese di origine, si discuteva sul nome del progetto, mentre sparavamo i nomi più assurdi e ci sforzavamo a trovare un nome figo, ci siamo acccorti che lo avevamo davanti ai nostri occhi, una montagna a cui siamo molto affezionati: il “Sirente”.


Valerio: One afternoon this summer, while we were having an aperitif in a bar in Rocca di mezzo, my hometown, we discussed the name of the project, while we shot the most absurd names and tried to find a cool name, we realized that we had it before our eyes, a mountain to which we are very fond: the "Sirente".


Come viene scritta la tua musica?

How is your music written?

Matteo: Generalmente c’è una collaborazione tra me e Riccardo. Semplicemente pensiamo ad una bella frase o un pensiero e da li ne strutturiamo il testo e la melodia. L’arrangiamento invece è opera di tutti e quattro.


Matteo: Generally there is a collaboration between me and Riccardo. We just think of a beautiful phrase or a thought and from there we structure the text and the melody. The arrangement, on the other hand, is the work of all four.


Come descriveresti la tua musica a un nuovo ascoltatore?

How would you describe your music to a new listener?


Riccardo: La nostra è una musica per tutti, non ci piace creare barriere o stabilire dei target. Vogliamo entrare nella vita delle persone attraverso le loro orecchie, ed accompagnarli nelle loro giornate. Poi saranno loro a fare delle nostre canzoni l’uso che credono più giusto.


Riccardo: Ours is music for everyone, we don't like to create barriers or set targets. We want to get into people's lives through their ears, and accompany them on their days. Then they'll make our songs the use they think is right.


Quale immagine pensi che trasmetta la tua musica?

What image do you think your music conveys?


Jonathan: Senz’altro positività. Ci piace raccontare delle suggestioni che possano far sognare le persone.


Jonathan: Definitely positivity. We like to tell about suggestions that can make people dream.


Quali altre band ispirano la tua musica?

What other bands inspire your music?


Matteo: Le band della corrente brit pop hanno molta influenza su di noi. Sia quelle classiche (Beatles, Oasis) ma che quel decisamente più moderne (The 1975). Guardando al nostro paese ci piacciono molto i Canova.


Matteo: Brit pop current bands have a lot of influence on us. Both the classic ones (Beatles, Oasis) but the decidedly more modern ones (The 1975). Looking at our country we really like Canova.


Dove ti sei esibito?

Where have you performed?


Valerio: Abbiamo fatto molta gavetta con i progetti precedenti, girando pub e piccoli locali, ma anche in festival relativamente importanti (Pinewood Fest per dirne uno) fino all’esibizione più importante che è stata quella ad X-factor nel 2018 davanti ad i giudici. Non vediamo l’ora di poterci esibire con il progetto Sirente, perché ora ci sentiamo maturi e pronti a creare un percorso importante.


Valerio: We did a lot of work with previous projects, shooting pubs and small clubs, but also in relatively important festivals (Pinewood Fest to name one) until the most important performance that was the one at X-factor in2018 in front of the judges. We look forward to performing with the Sirente project, because now we feel mature and ready to create an important path.

Instagram

Facebook

Translations have been edited for clarity



7 views0 comments